Usato

Porsche Cayenne S (2007)

Con la cifra necessaria ad acquistare una BMW X1 nuova (37.000 euro) ci si può portare a casa l'imponente SUV di Zuffenhausen.

di Marco Coletto -

Una Porsche Cayenne S usata al prezzo di una BMW X1 nuova? Certo, basta acquistare per 37.000 euro un esemplare del 2007 e ci si ritrova con un’imponente SUV V8 da quasi 400 CV. Scopriamo i pregi e i difetti.

ABITABILITÀ – Difficile lamentarsi: cinque passeggeri stanno molto comodi.

FINITURA – Buona, ma non eccezionale: gli assemblaggi sono impeccabili mentre alcuni materiali utilizzati per le parti nascoste deludono.

DOTAZIONE DI SERIE – Il minimo indispensabile: cerchi in lega, climatizzatore, retrovisori ripiegabili elettricamente e sedili regolabili elettricamente. Meglio puntare sugli esemplari più accessoriati.

CAPACITÀ BAGAGLIAIO – 540 litri che diventano 1.770 abbattendo il divano posteriore. Ampio (anche se alcune rivali se la cavano meglio) e molto sfruttabile.

POSTO GUIDA – Se non fosse per la posizione di seduta rialzata non sembrerebbe nemmeno una SUV: il volante, infatti, è quasi verticale.

CLIMATIZZAZIONE – L’impianto automatico funziona egregiamente: alcuni esemplari sono addirittura quadrizona.

SOSPENSIONI – Gli ammortizzatori di serie sono tendenzialmente rigidi: cercateli regolabili, erano optional.

RUMOROSITÀ – Il motore ha un sound evidente ma mai fastidioso. Alle alte velocità (come su tutte le SUV) si avvertono molti fruscii aerodinamici.

MOTORE – Il propulsore 4.8 V8 da 385 CV e 500 Nm di coppia è poderoso fin dai bassi regimi ma il vero divertimento arriva a partire da 3.000 giri.

CAMBIO – La trasmissione manuale di serie (caratterizzata da una frizione pesante) è introvabile: praticamente tutti i clienti hanno optato per il (lento) automatico Tiptronic.

STERZO – Si adatta a qualsiasi situazione: leggero in manovra, rigido e preciso nella guida sportiva.

PRESTAZIONI – 252 km/h di velocità massima e 6,6 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. Fenomenale se si considera il tipo di vettura.

DOTAZIONE DI SICUREZZA – Tutto è di serie (airbag frontali, laterali e a tendina, controlli di stabilità e trazione) tranne i cuscini per le ginocchia, non disponibili.

VISIBILITÀ – Non acquistatela se non ha i sensori di parcheggio: erano optional.

FRENI – Buoni, anche se non all’altezza delle prestazioni. Soffrono un po’ di affaticamento.

TENUTA DI STRADA – Degna di una sportiva: non si fa intimorire dal peso elevato e dal baricentro alto.

PREZZO – Da nuova costava 69.632 euro, oggi si trova abbastanza facilmente (con il cambio automatico) a 37.000 euro. Quanto una BMW X1 turbodiesel appena uscita dal concessionario.

TENUTA DEL VALORE – Il marchio Porsche sul cofano contribuisce a mantenere alte le quotazioni. I cali dipendono soprattutto dal fatto che l’offerta supera la domanda: le grandi SUV di lusso non sono più trendy come un tempo.

CONSUMO – Male: 6,7 chilometri con un litro dichiarati.

GARANZIE – La copertura globale e quella sulla verniciatura sono già terminate (rispettivamente nel 2009 e nel 2010). Quella sulla corrosione è invece valida fino al 2017.