• pubblicato il 31-12-2012

Porsche Cayman S (2010): pregi e difetti della supercar tedesca

di Marco Coletto

Con 43.000 euro ci si porta a casa una delle migliori sportive in commercio

La Porsche Cayman S è una delle sportive più divertenti in commercio. Un esemplare del 2010 della supercar di Zuffenhausen si trova facilmente a poco più di 40.000 euro. Scopriamo i pregi e i difetti della coupé tedesca.

Pregi

Abitabilità

I posti sono solo due ma sono estremamente comodi.

Finitura

L'abitacolo è realizzato con una cura maniacale: materiali e assemblaggi non lasciano spazio a critiche.

Capacità bagagliaio

La presenza del motore centrale ha permesso di ricavare ben due vani con una capienza complessiva di 410 litri. Più che sufficiente per una coppia.

Posto guida

Posizione di seduta bassa da vera sportiva e strumentazione completa di tutto il necessario. Il sedile non è allineato con la pedaliera: un difetto che si nota soprattutto dopo un lungo viaggio.

Climatizzazione

Senza infamia e senza lode: i comandi sono posizionati un po' troppo in basso.

Motore

Il 3.4 boxer a sei cilindri Euro 5 da 320 CV e 370 Nm di coppia è molto elastico. I veri brividi di piacere, però, iniziano quando si superano i 5.000 giri.

Cambio

La trasmissione manuale a sei marce è facile da innestare mentre il pedale della frizione è un po' troppo duro.

Sterzo

Il comando è uno dei migliori del segmento: pronto, reattivo e preciso come pochi altri.

Prestazioni

277 km/h di velocità massima e 5,2 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h: parlano i numeri…

Dotazione di sicurezza

Completa: airbag frontali, laterali e a tendina e controlli di stabilità e trazione.

Visibilità

Nonostante la posizione di guida rasoterra non è difficile percepire gli ingombri durante le manovre di parcheggio. Il consiglio è comunque quello di cercare esemplari dotati di sensori.

Freni

L'impianto è potente ma dopo un uso intenso perde di incisività.

Tenuta di strada

Nella guida normale riesce ad essere agile e divertente, quando si esagera solo i piloti esperti possono tirare fuori tutte le sue numerose qualità e tenere a bada il suo animo sbarazzino.

Prezzo

Da nuova costava 65.552 euro, oggi si trova senza problemi a 43.000 euro: poco meno di una Mercedes SLK 250 CDI Sport appena uscita dal concessionario. La cifra può sembrare alta ma a dire il vero è onesta visti i contenuti del modello.

Tenuta del valore

La Porsche Cayman è destinata a diventare una storica molto richiesta ma già oggi è ricercata da chi vuole avvicinarsi per la prima volta al mondo della Casa di Zuffenhausen. Semplice rintracciarla, ancora più semplice trovarle un acquirente.

Consumo

10,2 km/l sono un valore molto interessante per una sportiva con una potenza di oltre 300 cavalli.

Garanzie

La copertura globale scade nel 2012 (dipende dal mese di immatricolazione) mentre quella sulla verniciatura nel 2013. La protezione sulla corrosione terminerà invece nel 2020.

Difetti

Dotazione di serie

Gli accessori base erano compresi nel prezzo (autoradio, cerchi in lega, climatizzatore, fendinebbia, interni in pelle e sedili regolabili elettricamente). Tutto il resto si pagava (salato) a parte. Non è tuttavia difficile trovare esemplari completi di tutti gli optional più importanti.

Sospensioni

La taratura degli ammortizzatori è esageratamente rigida: troppo persino per chi è abituato a guidare sportive di razza.

Rumorosità

Il sound del boxer è coinvolgente ma un po' troppo penetrante nell'abitacolo: si sarebbe potuto ottenere lo stesso effetto piacevole abbassando leggermente il volume.

Scopri tutto il listino Porsche.

Porsche Cayman S (2010): pregi e difetti della supercar tedesca

L'opinione dei lettori