• pubblicato il 17-09-2012

Seat Toledo 1.8 (2003): pregi e difetti della berlina spagnola

di Marco Coletto

Spaziosa, economica, automatica e... impossibile da trovare

La Seat Toledo 1.8 offre tanto spazio e il cambio automatico di serie ad un prezzo poco più alto del passaggio di proprietà. Le quotazioni di un esemplare del 2003 si aggirano infatti intorno ai 1.300 euro: peccato che trovarla sia impossibile. Scopriamo i pregi e i difetti della berlina spagnola.

Pregi

Abitabilità

L'abitacolo è spazioso ma il design delle porte posteriori non agevola l'accesso a bordo.

Finitura

L'appartenenza del marchio spagnolo al Gruppo Volkswagen si vede e si sente. La plancia, ben assemblata, è realizzata con plastiche qualitativamente impeccabili.

Dotazione di serie

L'allestimento Signo (l'unico disponibile in abbinamento a questo motore) ha tutto il necessario: autoradio, cerchi in lega, climatizzatore, fendinebbia e volante regolabile.

Capacità bagagliaio

500 litri sono più che sufficienti per accogliere le valigie di tutti gli occupanti. Peccato che questa sia l'unica Toledo della storia priva di portellone.

Posto guida

Ampio e pieno di regolazioni: bastano pochi secondi per trovare la giusta posizione al volante.

Climatizzazione

Bocchette ampie, comandi facili da trovare e da gestire: un impianto riuscito.

Sospensioni

La taratura soffice degli ammortizzatori consente di assorbire qualsiasi sconnessione.

Rumorosità

Il propulsore silenzioso si abbina ad un abitacolo perfettamente insonorizzato.

Sterzo

Il comando è semplicemente perfetto: morbido alle basse velocità, tende ad irrigidirsi quando si cerca un po' di brio.

Dotazione di sicurezza

ABS, airbag frontali e laterali e controllo della trazione erano presenti nella dotazione di serie mentre l'ESP si pagava a parte.

Visibilità

Buona: il merito va alle ampie superfici vetrate e ai montanti non troppo voluminosi.

Freni

Quasi sportivi. L'impianto, potente e sempre incisivo, non tende ad affaticarsi neanche dopo un uso intenso.

Tenuta di strada

Rassicurante nonostante l'assenza dell'ESP nella dotazione di serie. Il pianale ottimamente progettato è lo stesso della Volkswagen Golf IV e della prima generazione dell'Audi A3: serve altro?

Prezzo

Da nuova costava 21.501 euro, oggi è introvabile (decisamente più richieste le versioni turbodiesel TDI con cambio manuale). Le quotazioni sono estremamente basse: 1.300 euro.

Consumo

11,4 km/l: nella media del segmento.

Difetti

Motore

Il 1.8 Euro 4 a benzina da 125 CV e 173 Nm di coppia regala le sensazioni migliori quando si supera quota 4.000 giri. Sotto quella soglia la trasmissione automatica contribuisce a rendere meno avvertibile la carenza di brio ai bassi regimi.

Cambio

La trasmissione automatica a quattro rapporti ha un'impostazione obsoleta: lenta nei passaggi marcia, penalizza le prestazioni.

Prestazioni

197 km/h di velocità massima e 12,7 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. Deludente.

Tenuta del valore

Impossibile che una Seat Toledo automatica a benzina di nove anni fa possa trovare estimatori. Le quotazioni di questo modello sono calate vertiginosamente già poco tempo dopo il lancio sul mercato.

Garanzie

La copertura globale è terminata nel lontano 2005 e quella sulla verniciatura nel 2006. La protezione sulla corrosione è invece valida fino al 2015.

Scopri tutto il listino Seat.

Seat Toledo 1.8 (2003): pregi e difetti della berlina spagnola

L'opinione dei lettori