• pubblicato il 03-08-2015

Smart forfour 70 (2015): pregi e difetti della piccola tedesca

È arrivata da poco sul mercato ma è già possibile risparmiare acquistandola a km zero

La seconda generazione della Smart forfour - "cugina" della Renault Twingo (sono realizzate sullo stesso pianale e condividono gli stessi motori) - è arrivata nei nostri listini da poco tempo ma è già possibile trovare nelle concessionarie parecchi esemplari a km zero che consentono di risparmiare qualche euro. Un esempio? Bastano 12.000 euro (anziché 13.400) per portarsi a casa una 70 Youngster del 2015: scopriamo insieme i pregi e i difetti della piccola tedesca.

Smart forfour 70 (2015): i pregi

Abitabilità

Per essere un’auto lunga solo tre metri e mezzo se la cava abbastanza bene.

Finitura

La plancia della Smart forfour è in plastica rigida ma il tessuto usato per rivestirla incrementa la sensazione di qualità.

Dotazione di serie

L’allestimento “base” Youngster della Smart forfour 70 è abbastanza completo: autoradio, cerchi in lega da 15” e climatizzatore automatico.

Posto guida

La posizione di seduta garantisce un’eccellente visibilità ma il volante non è regolabile.

Climatizzazione

L’impianto automatico è molto potente: i comandi sono posizionati un po’ troppo in basso.

Sospensioni

Gli ammortizzatori non troppo duri della Smart forfour garantiscono un discreto livello di comfort nei lunghi viaggi.

Rumorosità

Il motore è piuttosto silenzioso e l’abitacolo è ben insonorizzato.

Motore

Il 1.0 tre cilindri a benzina Euro 6 da 71 CV e 91 Nm di coppia della Smart forfour 70 è la stessa unità di origine Mitsubishi già vista sulla vecchia fortwo. Un propulsore poco "fracassone" che inizia a spingere intorno a quota 3.000 giri.

Cambio

La trasmissione manuale a cinque marce è caratterizzata da una leva maneggevole.

Sterzo

Con la Smart forfour si gira in un fazzoletto: merito della trazione posteriore e del motore dietro che ha consentito di lasciare più spazio di manovra alle ruote anteriori. Il comando è più diretto di quello delle vecchie Smart (ci voleva poco).

Dotazione di sicurezza

C’è tutto quello che serve: airbag frontali, laterali e per le ginocchia, attacchi Isofix, Brake Assist, controlli di stabilità e trazione e Crosswind Assist (che migliora la stabilità in caso di raffiche di vento quando si superano gli 80 km/h). Senza dimenticare le quattro stelle ottenute nei crash test Euro NCAP.

Visibilità

Difficile sbagliare un parcheggio con un’auto lunga solo tre metri e mezzo: specialmente se, come la Smart forfour, presenta ampie superfici vetrate.

Freni

Potenti ed efficaci: mai in affanno.

Tenuta di strada

Non fatevi spaventare dalla formula “tutto dietro” (motore e trazione posteriore) della Smart forfour: quando si esagera l’elettronica interviene prontamente e nelle curve prese a forte velocità la tendenza ad allargare la traiettoria ricorda più il comportamento di una “tutto avanti”.

Tenuta del valore

La Smart forfour non sta piacendo quanto la “sorellina” fortwo ma dovrebbe comunque mantenere buone quotazioni.

Consumo

23,8 km/l dichiarati, sempre più di 15 rilevati anche guidando in modo disinvolto.

Garanzie

La copertura globale terminerà nel 2017, quella sulla corrosione nel 2021.

Smart forfour 70 (2015): i difetti

Capacità bagagliaio

Il vano non riesce a soddisfare le esigenze di una coppia: 185 litri che diventano 975 quando si abbatte il divano posteriore (un pezzo unico sulla versione “base” Youngster qui analizzata).

Prestazioni

La Smart forfour 70 non è un’auto vivace: 151 km/h di velocità massima e 15,9 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Prezzo

Da nuova costava (e costa ancora oggi) 13.400 euro ma si trovano senza problemi esemplari ben accessoriati a km zero a 12.000 euro: poco meno di una Opel Corsa 1.2 5p. “base” appena uscita dal concessionario.

Scopri tutto il listino dell’usato Smart.

Smart forfour 70 (2015): pregi e difetti della piccola tedesca

L'opinione dei lettori