• pubblicato il 12-05-2014

Smart fortwo Brabus (2004): pregi e difetti della citycar tedesca

Divertimento compatto a meno di 5.000 euro

La prima generazione della Smart fortwo Brabus è perfetta per chi non si accontenta delle prestazioni offerte dalla geniale citycar tedesca: su un’auto così piccola 75 CV sono infatti più che sufficienti per divertirsi risparmiando. Un esemplare del 2004, facile da trovare, si porta a casa con meno di 5.000 euro. Scopriamo insieme i suoi pregi e difetti.

Pregi

Abitabilità

I posti sono solo due ma sono estremamente comodi.

Finitura

Per essere una citycar di dieci anni fa è ben realizzata: la plancia ben assemblata regge bene (sotto il profilo della qualità e del design) il peso degli anni.

Dotazione di serie

Completa: cambio automatico, cerchi in lega, climatizzatore e fendinebbia.

Capacità bagagliaio

150 litri che diventano 550 quando si abbatte il sedile del passeggero. Ideale per fare la spesa, un po’ meno per una gita in due.

Posto guida

Tutt’altro che angusto, contrariamente a quello che si può immaginare. La strumentazione potrebbe essere più ricca e i comandi avrebbero potuto essere più ergonomici.

Climatizzazione

L’impianto manuale è di serie ed impiega pochissimo tempo a raffreddare o a riscaldare l’abitacolo.

Sospensioni

Su un’auto da città un assetto così rigido sarebbe considerato un difetto ma non su una vettura che sprizza sportività da tutti i pori.

Rumorosità

Il sound del propulsore non è particolarmente cattivo ma non è troppo fastidioso.

Motore

Il 0.7 turbo tre cilindri Euro 4 da 75 CV e 110 Nm di coppia inizia ad offrire una spinta interessante poco oltre i 2.000 giri. Più convincente l’allungo.

Sterzo

Il comando offre una discreta sensibilità nelle curve ma potrebbe essere più diretto.

Prestazioni

Interessanti per un’auto di questa categoria: 150 km/h di velocità massima e 12,3 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

Airbag frontali e laterali, ESP e controllo di trazione. Tre stelle nei crash test Euro NCAP e due nell’urto pedone.

Visibilità

Impossibile sbagliare un parcheggio con un’auto lunga solo 2,50 metri.

Freni

Potenti, ma bisogna prendere confidenza con il pedale un po’ spugnoso.

Tenuta di strada

Non aspettatevi il drifting: nonostante la trazione posteriore, infatti, tende ad allargare la traiettoria nelle curve prese a forte velocità come le trazioni anteriori. I controlli elettronici vedono e provvedono.

Prezzo

Da nuova costava parecchio - 19.661 euro - mentre oggi si trova facilmente a 4.800 euro.

Tenuta del valore

Le Smart sono un assegno circolare e questa - vista la rarità - è destinata nei prossimi anni ad essere una delle più richieste.

Consumo

Contenuto: 18,9 km/l dichiarati.

Difetti

Cambio

La trasmissione automatica a sei rapporti impiega troppo tempo nei passaggi marcia ed è inadatta ad un’auto che punta ad offrire divertimento al volante.

Garanzie

Tutte scadute: quella globale nel 2006 e quella sulla corrosione nel 2010.

Scopri tutto il listino dell'usato Smart.

Smart fortwo Brabus (2004): pregi e difetti della citycar tedesca

L'opinione dei lettori