• pubblicato il 21-12-2015

Suzuki SX4 2.0 DDiS 4WD (2012): pregi e difetti della SUV giapponese

La gemella della Fiat Sedici si trova facilmente a poco più di 12.000 euro

La Suzuki SX4, gemella della Fiat Sedici, è una SUV perfetta per chi cerca un mezzo versatile e non troppo ingombrante. La versione 2.0 DDiS 4WD del 2012 è la più adatta alla montagna: merito della trazione integrale che garantisce un buon comportamento sulle superfici a scarsa aderenza. Scopriamo insieme i suoi pregi e difetti.

I pregi della Suzuki SX4 2.0 DDiS 4WD del 2012

Finitura

Plancia assemblata con cura, materiali migliorabili.

Dotazione di serie

L’allestimento GL della Suzuki SX4, il più economico disponibile in abbinamento al motore 2.0 DDiS, è molto ricco: autoradio CD MP3 con comandi al volante, cerchi in lega, climatizzatore manuale, fendinebbia, filtro antiparticolato e sedile del guidatore regolabile in altezza.

Capacità bagagliaio

Per una coppia va bene (270 litri che diventano 1.100 quando si abbattono i sedili posteriori), per una coppia con un figlio esistono rivali con un vano più sfruttabile.

Posto guida

A bordo della Suzuki SX4 si respira un’atmosfera molto (troppo?) seriosa. Comandi ben posizionati, sedile comodo anche per i lunghi viaggi.

Climatizzazione

L’impianto manuale della Suzuki SX4 2.0 DDiS 4WD GL è potente ed efficace.

Sospensioni

Gli ammortizzatori hanno una taratura tendente al rigido ma non rispondono mai in maniera troppo brusca sulle sconnessioni dell’asfalto più pronunciate.

Rumorosità

Buona ad andature tranquille, un po’ marcata in autostrada.

Motore

Il propulsore 2.0 turbodiesel DDiS da 135 CV e 320 Nm di coppia della Suzuki SX4 è un valido propulsore: offre una spinta interessante già sotto i 2.000 giri ma ha un po’ il fiato corto oltre quota 3.500.

Cambio

La trasmissione manuale a sei marce ha una leva maneggevole che tende ad impuntarsi solo quando si guida in modo sportivo.

Sterzo

Il comando della Suzuki SX4 è adeguato al tipo di vettura: pronto, sensibile e abbastanza preciso.

Prestazioni

Nella media della categoria: 180 km/h di velocità massima e 11,0 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h.

Dotazione di sicurezza

Sulla Suzuki SX4 c’è tutto quello che serve: airbag frontali, laterali, a tendina e per le ginocchia del guidatore e controlli di stabilità e trazione. Nei crash test Euro NCAP la SUV giapponese ha ottenuto quattro stelle.

Visibilità

Buona in tutte le direzioni: merito delle ampie superfici vetrate.

Freni

La Suzuki SX4 monta un impianto ottimo: potente e resistente.

Tenuta di strada

Molto agile nelle curve, sa come divertire. Peccato per il rollio…

Prezzo

Da nuova la Suzuki SX4 2.0 DDiS 4WD GL costava 22.374 euro. Oggi si trova abbastanza facilmente a 12.200 euro: poco meno di una Fiat Panda 1.2 K-Way appena uscita dal concessionario.

Tenuta del valore

Le SUV turbodiesel a trazione integrale sono sempre apprezzate sul mercato dell’usato: specialmente se piccole.

Garanzie

La copertura globale è ancora valida per poco (a patto che la vettura sia stata immatricolata negli ultimi giorni del 2012 e non abbia percorso più di 100.000 km) mentre la protezione sulla corrosione dura fino al 2024.

I difetti della Suzuki SX4 2.0 DDiS 4WD del 2012

Abitabilità

In tre dietro si sta stretti e i passeggeri posteriori più alti non hanno molti centimetri a disposizione della testa.

Consumo

Migliorabile: 18,2 km/l rilevati, oltre 15 ottenibili solo guidando in modo tranquillo.

Scopri tutto il listino dell’usato Suzuki.

Suzuki SX4 2.0 DDiS 4WD (2012): pregi e difetti della SUV giapponese

L'opinione dei lettori