• pubblicato il 17-08-2012

Top Five Usato: compatte cinque porte turbodiesel, quale scegliere

di Marco Coletto

Cinque proposte del 2010 a meno di 14.000 euro, vince la Peugeot 308

Le migliori compatte turbodiesel

Le compatte turbodiesel a cinque porte sono la scelta ideale per chi ha bisogno di un mezzo spazioso (ma non troppo) ed economico da gestire. Nella "top five" di questa settimana, vinta dalla Peugeot 308, abbiamo analizzato cinque proposte del 2010 facili da trovare con prezzi compresi tra 8.000 e 14.000 euro.

La "segmento C" transalpina ha superato abbastanza agevolmente modelli più (Fiat Bravo, Ford Focus e Opel Astra) e meno (Chevrolet Lacetti) blasonati dimostrando di essere una delle migliori vetture della categoria. Scopriamo insieme la classifica, che prende in considerazione veicoli con potenze comprese tra 105 e 125 CV.

Sfoglia la gallery per scoprire tutte le posizioni.

Peugeot 308 1.6 HDi 112 CV (81 punti)

1° Peugeot 308 1.6 HDi 112 CV  81 punti

Se non fosse per il design poco riuscito la Peugeot 308 1.6 HDi 112 CV sarebbe perfetta: compatta fuori (è lunga solo 4,28 metri) ma spaziosa dentro (il bagagliaio è immenso quando si abbattono i sedili posteriori), ha un propulsore particolarmente reattivo ai bassi regimi e sospensioni morbide che garantiscono un comfort eccezionale nei lunghi viaggi. Si porta a casa con circa 13.000 euro.

Ford Focus 1.6 TDCi 5p. (74 punti)

2° Ford Focus 1.6 TDCi 5p.   74 punti

La Ford Focus 1.6 TDCi 5p. ha due punti di forza: consuma poco e ha un divano posteriore molto largo che consente di trasportare comodamente tre passeggeri. Bastano meno di 12.000 euro per acquistarla.

Opel Astra 1.7 CDTI 110 CV (65 punti)

3° Opel Astra 1.7 CDTI 110 CV  65 punti

Le dimensioni esterne ingombranti (4,42 metri di lunghezza) della Opel Astra 1.7 CDTI 110 CV garantiscono un abitacolo spazioso (in modo particolare nella zona della testa e delle gambe di chi si accomoda dietro) ma penalizzano il piacere di guida: il peso elevato non è il massimo quando si cerca un po' di agilità in curva e la mancanza di spunto (12,6 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h) non agevola gli amanti del divertimento. In compenso i consumi sono molto interessanti. Da nuova costava parecchio (oltre 21.000 euro per un esemplare ben accessoriato), oggi anche: poco meno di 14.000 euro.

Fiat Bravo 1.6 MJT 105 CV (60 punti)

4° Fiat Bravo 1.6 MJT 105 CV  60 punti

La Fiat Bravo 1.6 MJT 105 CV ha un bagagliaio talmente grande che può essere tranquillamente utilizzata come un'alternativa più economica ad una station wagon. Il propulsore è povero di cavalli ma ricco di coppia e offre una spinta molto interessante ai bassi regimi. Il prezzo? Poco più di 11.000 euro.

Chevrolet Lacetti 2.0 TCDI (50 punti)

5° Chevrolet Lacetti 2.0 TCDi  50 punti

Il punto di forza della Chevrolet Lacetti 2.0 TCDi è indubbiamente il rapporto prezzo/prestazioni: da nuova si portava a casa con meno di 18.000 euro e oggi ne bastano poco più di 8.000. Il motore, il più potente del lotto (121 CV), offre un brio incredibile ("0-100" in 9,8 secondi) supportato da un telaio ben piantato a terra e la garanzia è valida fino al 2013 (a patto che non siano già stati percorsi 100.000 km). L'insufficienza in pagella è dovuta a tutto il resto: l'abitacolo è angusto (chi sta dietro ha pochi centimetri a disposizione della testa e delle spalle), il bagagliaio è minuscolo e il propulsore, oltre ad essere ancora Euro 4, ha una cilindrata troppo elevata. Il divertimento arriva solo quando si preme a fondo sul pedale dell'acceleratore e i consumi ne risentono (17,5 km/l).

Chevrolet Lacetti 2.0 TCDI (50 punti)

5° Chevrolet Lacetti 2.0 TCDi  50 punti

Il punto di forza della Chevrolet Lacetti 2.0 TCDi è indubbiamente il rapporto prezzo/prestazioni: da nuova si portava a casa con meno di 18.000 euro e oggi ne bastano poco più di 8.000. Il motore, il più potente del lotto (121 CV), offre un brio incredibile ("0-100" in 9,8 secondi) supportato da un telaio ben piantato a terra e la garanzia è valida fino al 2013 (a patto che non siano già stati percorsi 100.000 km). L'insufficienza in pagella è dovuta a tutto il resto: l'abitacolo è angusto (chi sta dietro ha pochi centimetri a disposizione della testa e delle spalle), il bagagliaio è minuscolo e il propulsore, oltre ad essere ancora Euro 4, ha una cilindrata troppo elevata. Il divertimento arriva solo quando si preme a fondo sul pedale dell'acceleratore e i consumi ne risentono (17,5 km/l).

Top Five Usato: compatte cinque porte turbodiesel, quale scegliere

L'opinione dei lettori