• pubblicato il 26-10-2012

Top Five Usato: berline turbodiesel con cambio automatico, quale scegliere

di Marco Coletto

Cinque proposte del 2010 a meno di 25.000 euro

Le migliori berline turbodiesel automatiche

Le berline turbodiesel dotate di cambio automatico sono perfette per chi percorre tanti chilometri per lavoro. Nella "top five" di questa settimana, vinta dalla Volkswagen Passat CC, abbiamo analizzato cinque proposte del 2010 facili da trovare a meno di 25.000 euro.

La "segmento D" tedesca si è liberata agevolmente di tre connazionali (Audi A4, Opel Insignia e Volkswagen Passat) e della Honda Accord. Scopriamo insieme la classifica, che prende in considerazione modelli con potenze comprese tra 130 e 150 CV.

Sfoglia la gallery per scoprire tutte le posizioni.

Volkswagen Passat CC 2.0 TDI DSG (79 punti)

1° Volkswagen Passat CC 2.0 TDI DSG 79 punti

Le forme simili a quelle di una coupé penalizzano lo spazio a disposizione della testa dei passeggeri posteriori ma non incidono in alcun modo sul bagagliaio, il più capiente del lotto.

Nonostante il design sportivo il punto di forza della Volkswagen Passat CC 2.0 TDI DSG è il comfort: se per lavoro siete costretti a percorrere tanti chilometri questa è l'auto che fa per voi. Le quotazioni si aggirano intorno ai 23.900 euro.

Audi A4 2.0 TDI multitronic (74 punti)

2° Audi A4 2.0 TDI multitronic   74 punti

Nonostante le dimensioni esterne compatte (4,70 metri di lunghezza) l'Audi A4 2.0 TDI multitronic offre tanti centimetri alle gambe di chi si accomoda dietro.

Agile nelle curve e molto vivace (9,4 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h), aveva un prezzo molto alto da nuova: 37.000 euro per un esemplare ben accessoriato. Oggi ne bastano 23.800.

Volkswagen Passat 2.0 TDI DSG (73 punti)

3° Volkswagen Passat 2.0 TDI DSG  73 punti

La Volkswagen Passat 2.0 TDI DSG è perfetta per chi vuole consumare poco (19,2 km/l) ma il divano è un po' stretto per accogliere comodamente tre persone.

Le quotazioni recitano 20.700 euro.

Opel Insignia 2.0 CDTI 130 CV aut. (62 punti)

4° Opel Insignia 2.0 CDTI 130 CV aut.  62 punti

Non fatevi ingannare dal tetto spiovente: anche i più alti seduti dietro non toccano il soffitto con la testa.

Il prezzo della Opel Insignia 2.0 CDTI 130 CV aut., conveniente nel 2010 (circa 29.000 euro per potersi ritenere soddisfatti), è ancora oggi basso (20.200 euro) ma i difetti non mancano: è ingombrante (è lunga 4,83 metri), poco potente, rumorosa, non molto vivace ("0-100" in 11,2 secondi) e assetata (15,2 km/l). Senza dimenticare il cambio lento nei passaggi marcia.

Honda Accord 2.2 i-DTEC aut. (55 punti)

5° Honda Accord 2.2 i-DTEC aut.   55 punti

La Honda Accord 2.2 i-DTEC aut. ha un propulsore ricco di cavalli (150) e di coppia ma "beve" parecchio, ha una cilindrata poco amica di chi deve stipulare una polizza RC Auto e non è molto pronto ai bassi regimi.

Poco divertente sulle strade ricche di curve, ha un bagagliaio piccolo ma un'affidabilità eccezionale: la garanzia è ancora valida fino al 2013 (a patto che non siano stati superati i 100.000 km). Le quotazioni? 23.800 euro.

Honda Accord 2.2 i-DTEC aut. (55 punti)

5° Honda Accord 2.2 i-DTEC aut.   55 punti

La Honda Accord 2.2 i-DTEC aut. ha un propulsore ricco di cavalli (150) e di coppia ma "beve" parecchio, ha una cilindrata poco amica di chi deve stipulare una polizza RC Auto e non è molto pronto ai bassi regimi.

Poco divertente sulle strade ricche di curve, ha un bagagliaio piccolo ma un'affidabilità eccezionale: la garanzia è ancora valida fino al 2013 (a patto che non siano stati superati i 100.000 km). Le quotazioni? 23.800 euro.