• pubblicato il 12-04-2013

Top Five Usato: citycar cinque porte a benzina, quale scegliere

di Marco Coletto

Cinque proposte del 2008 a meno di 3.500 euro, vince a sorpresa la Daihatsu Cuore

Le migliori citycar cinque porte a benzina

Le citycar cinque porte a benzina del 2008 sono perfette per chi non ha un grosso budget a disposizione ma non può rinunciare ad un briciolo di praticità. Nella "top five" di questa settimana, vinta a sorpresa dalla Daihatsu Cuore, abbiamo analizzato cinque proposte disponibili a meno di 3.500 euro.

La "segmento A" giapponese si è sbarazzata agevolmente delle gemelle Toyota Aygo e Citroën C1 e delle coreane Hyundai i10 e Kia Picanto. Scopriamo insieme la classifica, che prende in considerazione modelli con potenze comprese tra 60 e 70 CV.

Sfoglia la gallery per scoprire tutte le posizioni.

Daihatsu Cuore 1.0 Sho (76 punti)

1° Daihatsu Cuore 1.0 Sho   76 punti

La Daihatsu Cuore 1.0 Sho è una delle citycar più sottovalutate dello scorso decennio. Presenta pochissimi difetti (lievi imprecisioni negli assemblaggi e un divano posteriore un po' troppo stretto) e un mare di pregi.

I passeggeri posteriori hanno tantissimo spazio a disposizione delle gambe e il bagagliaio è immenso in configurazione a due posti. Il peso contenuto è inoltre sinonimo di agilità su strada e di bassi consumi (22,7 km/l). Merito di un motore - il più potente del lotto (69 CV) - che sa essere scattante e silenzioso. Da nuova costava poco (8.741 euro), oggi è introvabile visto che la maggioranza dei clienti all'epoca ha preferito optare per le varianti più accessoriate. Le quotazioni si aggirano intorno ai 2.600 euro.

Toyota Aygo 1.0 5p. (70 punti)

2° Toyota Aygo 1.0 5p.    70 punti

La Toyota Aygo 1.0 5p. è adatta a chi ha spesso problemi di parcheggio. Difficile trovare infatti in commercio un'auto a cinque porte più corta (3,41 metri di lunghezza).

Trovarla sul mercato dell'usato è semplicissimo: mettete in conto una spesa di circa 3.500 euro.

Citroën C1 1.0 5p. C1TY (68 punti)

3° Citroën C1 1.0 5p. C1TY   68 punti

Identica alla Toyota Aygo, la Citroën C1 1.0 5p. C1TY perde la medaglia d'argento per via della garanzia più corta (due anni anziché 3 o 100.000 km), che ha portato ad avere esemplari con una manutenzione meno curata.

Nonostante le dimensioni contenute la citycar transalpina può vantare un divano posteriore ampio. Le finiture non sono il massimo mentre la dotazione di serie ampiamente personalizzabile consente di trovare rapidamente sul mercato delle vetture di seconda mano (a circa 2.900 euro) il modello con gli accessori che più vi servono.

Hyundai i10 1.1 (68 punti)

3° Hyundai i10 1.1    68 punti

Il punto di forza della Hyundai i10 1.1 è indubbiamente la versatilità: il bagagliaio è immenso e chi si accomoda dietro ha a disposizione tantissimi centimetri nella zona della testa. Facile, considerando che per essere una citycar è particolarmente ingombrante: 3,57 metri di lunghezza.

Il motore è l'unico del lotto a superare la soglia psicologica del litro di cubatura ma è ricco di coppia ed è molto vivace ai bassi regimi. Facile da rintracciare, si porta a casa con 3.000 euro.

Kia Picanto 1.0 Town (50 punti)

5° Kia Picanto 1.0 Town   50 punti

Tutta colpa del motore: il motivo di una valutazione così negativa ottenuta dalla Kia Picanto 1.0 Town è da ricercarsi sotto il cofano. Il propulsore è il meno potente della cinquina (62 CV), è povero di coppia e a causa del peso elevato del corpo vettura si ritrova ad offrire prestazioni deludenti (15,8 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h) e consumi (19,6 km/l) alti.

Rumorosa alle alte velocità e con una dotazione di serie ridotta all'osso (non aveva nulla e l'unico optional era la vernice metallizzata), è ora introvabile: le sue quotazioni recitano 3.500 euro.

Kia Picanto 1.0 Town (50 punti)

5° Kia Picanto 1.0 Town   50 punti

Tutta colpa del motore: il motivo di una valutazione così negativa ottenuta dalla Kia Picanto 1.0 Town è da ricercarsi sotto il cofano. Il propulsore è il meno potente della cinquina (62 CV), è povero di coppia e a causa del peso elevato del corpo vettura si ritrova ad offrire prestazioni deludenti (15,8 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h) e consumi (19,6 km/l) alti.

Rumorosa alle alte velocità e con una dotazione di serie ridotta all'osso (non aveva nulla e l'unico optional era la vernice metallizzata), è ora introvabile: le sue quotazioni recitano 3.500 euro.

Top Five Usato: citycar cinque porte a benzina, quale scegliere

L'opinione dei lettori