• pubblicato il 01-02-2013

Top Five Usato: station wagon medie turbodiesel, quale scegliere

di Marco Coletto

Cinque proposte del 2012 a meno di 30.000 euro

Le migliori station wagon medie turbodiesel

I padri di famiglia che hanno bisogno di spazio ma non vogliono spendere soldi per l'acquisto di un'auto nuova possono prendere in considerazione le station wagon medie turbodiesel del 2012: modelli con pochi chilometri che consentono di risparmiare parecchio. Nella "top five" di questa settimana, dominata dalla Peugeot 508 SW, abbiamo analizzato cinque proposte disponibili a meno di 26.000 euro.

La familiare del Leone ha letteralmente surclassato la nostra Alfa Romeo 159 SW, la connazionale Citroën C5 Tourer, la Opel Insignia e la Volvo V50. Scopriamo insieme la classifica, che prende in considerazione modelli con potenze comprese tra 150 e 170 CV.

Sfoglia la gallery per scoprire tutte le posizioni.

Peugeot 508 SW 2.0 HDi 163 CV Ciel Active (81 punti)

1° Peugeot 508 SW 2.0 HDi 163 CV Ciel Active  81 punti

Impossibile trovare un difetto alla Peugeot 508 SW 2.0 HDi 163 CV Ciel Active: ha un bagagliaio immenso, una dotazione di serie completa (Bluetooth, cerchi in lega, fendinebbia, retrovisori ripiegabili elettricamente e sensori di parcheggio) e oltretutto è una delle proposte più confortevoli della categoria.

Divertente nelle curve, monta un propulsore tanto vivace ("0-100" in 8,9 secondi) quanto parco (20,0 km/l). Da nuova aveva un prezzo abbordabile (30.900 euro), oggi è difficile da trovare con il cambio manuale: le sue quotazioni si aggirano intorno ai 25.000 euro.

Citroën C5 Tourer 2.0 HDi 160 Business (66 punti)

2° Citroën C5 Tourer 2.0 HDi 160 Business  66 punti

Elegante e ben costruita, è penalizzata dall'assenza di brio: nonostante monti lo stesso motore della 508 la Citroën C5 Tourer 2.0 HDi 160 Business impiega infatti ben 10,3 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Da nuova era cara (32.550 euro), oggi un esemplare dotato di cambio manuale (introvabile, la quasi totalità dei clienti ha optato per la trasmissione automatica) è quotato poco più di 20.000 euro.

Opel Insignia ST 2.0 CDTI 160 CV Elective (63 punti)

3° Opel Insignia ST 2.0 CDTI 160 CV Elective  63 punti

Poco agile nelle curve per via del peso considerevole e delle dimensioni esterne eccessive (4,91 metri di lunghezza), offre un mare di spazio alla testa dei passeggeri posteriori.

Il motore della Opel Insignia ST 2.0 CDTI 160 CV Elective è ricco di coppia ma non brilla alla voce consumi: 18,9 km/l. Trovarla usata è semplice, bastano 18.700 euro per portarsela a casa.

Volvo V50 D3 R-design (60 punti)

4° Volvo V50 D3 R-design      60 punti

Una familiare compatta (è lunga poco più di quattro metri e mezzo, 4,52 per la precisione) facile da parcheggiare ma deludente per quanto riguarda lo spazio a bordo: chi si accomoda dietro ha pochi centimetri a disposizione delle spalle e delle gambe e il bagagliaio è tutt'altro che capiente.

Il punto di forza della Volvo V50 D3 R-design si trova sotto il cofano. il propulsore a cinque cilindri è molto pronto ai bassi regimi ma è carente di cavalli (ne ha solo 150) ed è un po' troppo assetato di gasolio. Impossibile da rintracciare: le sue quotazioni sono inferiori a 23.000 euro.

Alfa Romeo 159 SW 2.0 JTDm Eco Progression (56 punti)

5° Alfa Romeo 159 SW 2.0 JTDm Eco Progression 56 punti

Montare il propulsore più potente del lotto (170 CV) non basta per schiodarsi dall'ultima posizione. L'Alfa Romeo 159 SW 2.0 JTDm Eco Progression presenta infatti una serie di difetti che non dovrebbero comparire su un'auto destinata alle famiglie: c'è poco spazio per la testa dei passeggeri posteriori e il bagagliaio delude quando si abbatte il divano.

Facile da trovare sul mercato delle vetture di seconda mano (ad un prezzo di 25.000 euro), ha una dotazione di serie molto povera: persino i fendinebbia erano optional.

Alfa Romeo 159 SW 2.0 JTDm Eco Progression (56 punti)

5° Alfa Romeo 159 SW 2.0 JTDm Eco Progression 56 punti

Montare il propulsore più potente del lotto (170 CV) non basta per schiodarsi dall'ultima posizione. L'Alfa Romeo 159 SW 2.0 JTDm Eco Progression presenta infatti una serie di difetti che non dovrebbero comparire su un'auto destinata alle famiglie: c'è poco spazio per la testa dei passeggeri posteriori e il bagagliaio delude quando si abbatte il divano.

Facile da trovare sul mercato delle vetture di seconda mano (ad un prezzo di 25.000 euro), ha una dotazione di serie molto povera: persino i fendinebbia erano optional.

Top Five Usato: station wagon medie turbodiesel, quale scegliere

L'opinione dei lettori