• pubblicato il 20-10-2014

Top Five Usato: SUV turbodiesel asiatiche, meglio giapponesi o coreane?

Cinque proposte del 2006 a meno di 9.000 euro, vince la Toyota RAV4

Bastano meno di 9.000 euro per acquistare una SUV turbodiesel asiatica usata - giapponese o coreana - del 2006. Nella “top five” di questo mese - vinta dalla Toyota RAV4 - abbiamo analizzato cinque proposte spaziose a trazione integrale adatte a chi cerca un mezzo “trendy” e versatile e non ha un grosso budget a disposizione.

In questa sfida molto combattuta la 4x4 nipponica ha superato le coreane Hyundai Tucson Ssangyong Kyron e due connazionali che rispondono ai nomi di Honda CR-V e Suzuki Grand Vitara. Scopriamo insieme la classifica, che prende in considerazione modelli con potenze comprese tra 125 e 145 CV.

1° Toyota RAV4 2.2 D-4D 136 CV  71 punti

La Toyota RAV4 2.2 D-4D 136 CV è una SUV da acquistare ad occhi chiusi: solida e apprezzatissima sul mercato dell’usato, costava parecchio da nuova (28.051 euro) mentre oggi si porta a casa con 8.600 euro.

Il motore è semplicemente eccezionale: pronto ai bassi regimi, vivace (10,5 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari) ma al tempo stesso anche poco assetato di carburante (15,2 km/l dichiarati). Meno convincente, invece, lo spazio a disposizione delle gambe dei passeggeri posteriori.

2° Hyundai Tucson 2.0 CRDi Active 70 punti

La Hyundai Tucson 2.0 CRDi Active presenta numerosi punti di forza da non sottovalutare: i più rilevanti riguardano l’elevata affidabilità, le dimensioni esterne contenute (4,33 metri di lunghezza) e il motore Euro 4 con filtro antiparticolato.

Ultima, ma non meno importante, la dotazione di serie molto ricca che comprende  - tra le altre cose - gli airbag per la testa, i controlli di stabilità e trazione e i fendinebbia. Trovare un esemplare di seconda mano non è difficile: le quotazioni recitano 6.300 euro.

3° Honda CR-V 2.2 i-CTDi STORM 69 punti

Troppi alti e bassi per la Honda CR-V 2.2 i-CTDi STORM. Cominciamo dai primi: grande affidabilità, un bagagliaio immenso quando si abbattono i sedili posteriori e un motore ricchissimo di coppia.

La dotazione di serie, però, è molto povera (i fendinebbia non si potevano avere nemmeno pagando)  e in tre seduti sul divano si sta stretti. Questa versione è introvabile (la maggior parte dei clienti ha optato, giustamente, per le più sicure VSA dotate di airbag per la testa e controlli elettronici) e secondo le quotazioni dovrebbe essere acquistabile con 6.300 euro.

4° Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS 5p. 63 punti

La Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS 5p. può vantare un motore - poco potente (129 CV), povero di coppia e un po’ troppo assetato di carburante - dalla cilindrata contenuta (che consente di risparmiare al momento di stipulare una polizza RC Auto) ed è oltretutto molto agile su asfalto e sugli sterrati più impegnativi.

La praticità, però, non è il suo forte (bagagliaio piccolo e abitacolo poco spazioso nella zona della testa). Usata si trova senza problemi a 8.800 euro.

5° Ssangyong Kyron 2.0 Xdi Plus 61 punti

Nonostante l’ultimo posto in classifica la Ssangyong Kyron 2.0 Xdi Plus è una SUV valida: ha degli intervalli di manutenzione lunghi (tagliando ogni 20.000 km/1 anno), un prezzo abbordabile (27.151 euro da nuova, si trova di seconda mano senza difficoltà a meno di 5.000 euro) e un motore (purtroppo ancora Euro 3) rumoroso, non molto vivace (15 secondi sullo “0-100”) ma brioso ai bassi regimi e potente (141 CV).

Molto ingombrante (4,66 metri di lunghezza) ma anche molto spaziosa per i passeggeri, ha un bagagliaio ampio in configurazione a cinque posti che potrebbe però essere più capiente quando si abbattono i sedili posteriori. Nei percorsi più duri in fuoristrada è penalizzata dal peso elevato, che incide negativamente anche sull’agilità nelle curve e sui consumi. Poco curate, infine, le finiture.


Top Five Usato: SUV turbodiesel asiatiche, meglio giapponesi o coreane?

L'opinione dei lettori