Usato

Volkswagen Eos 1.4 TSI 160 CV (2009): pregi e difetti della cabriolet tedesca

La poco assetata scoperta di Wolfsburg si porta a casa con poco più di 10.000 euro ma è introvabile

L’estate sta arrivando e non c’è niente di meglio di una cabriolet per godersi il bel tempo. Una delle migliori proposte dello scorso decennio – la Volkswagen Eos – non ha riscosso un grande successo di pubblico e questo ha permesso alla sportiva tedesca (dotata di tetto rigido ripiegabile) di avere quotazioni non troppo alte: la 1.4 TSI 160 CV del 2009 si porta a casa con poco più di 10.000 euro (10.700, per la precisione) ma è introvabile. Scopriamo insieme i suoi pregi e difetti.

Pregi

Abitabilità

La Volkswagen Eos ha quattro posti abbastanza comodi: solo i passeggeri posteriori più corpulenti potrebbero lamentarsi della scarsità di centimetri nella zona delle spalle.

Finitura

Eccellente, come da tradizione Volkswagen: la plancia è realizzata con materiali di qualità assemblati alla perfezione.

Dotazione di serie

Abbastanza completa: autoradio, cerchi in lega, climatizzatore e fendinebbia.

Capacità bagagliaio

Quando si viaggia con il vento tra i capelli il bagagliaio della Volkswagen Eos ha una capienza di 208 litri: sufficiente per un weekend in coppia.

Posto guida

Sedile comodo, tante regolazioni e comandi ergonomici: difficile chiedere di più.

Climatizzazione

L’impianto della Volkswagen Eos è potente ma le bocchette centrali sono un po’ piccole.

Sospensioni

La taratura degli ammortizzatori tende al rigido ma non è mai fastidiosa.

Rumorosità

Il propulsore è silenziosissimo e quando si viaggia senza tetto i fruscii non sono mai fastidiosi.

Motore

Il 1.4 TSI (turbo ad iniezione diretta di benzina) Euro 5 da 160 CV e 240 Nm di coppia della Volkswagen Eos ha una cilindrata contenuta che consente di risparmiare sull’assicurazione RC Auto ma potrebbe offrire una spinta più vivace sotto i 2.000 giri.

Cambio

La trasmissione manuale a sei marce se la cava egregiamente: leva maneggevole e frizione non troppo dura.

Sterzo

Sensibile quanto basta per garantire un buon piacere di guida nelle curve.

Prestazioni

Nella media della categoria: 215 km/h di velocità massima e 8,8 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

C’è tutto quello che serve: airbag frontali e laterali e controlli di stabilità e trazione. Quattro stelle nei crash test Euro NCAP e quattro alla voce “protezione bambini”.

Visibilità

Quella anteriore è eccellente ma la coda sporgente della Volkswagen Eos crea qualche leggero problema in manovra quando si parcheggia con il tetto chiuso.

Freni

Senza infamia e senza lode.

Tenuta di strada

Il pianale della Volkswagen Eos è lo stesso della Golf: il comportamento è rassicurante nell’uso normale, quando si esagera interviene l’elettronica.

Prezzo

Da nuova la Volkswagen Eos 1.4 TSI 160 CV costava 30.001 euro, oggi è introvabile visto che la maggior parte dei clienti che volevano un motore a benzina ha preferito optare per l’unità meno potente da 122 CV. Le quotazioni recitano 10.700 euro: poco meno di una Fiat Panda 1.2 Pop appena uscita dal concessionario.

Consumo

Il principale punto di forza di questa vettura: 14,9 km/l dichiarati, abbondantemente sopra quota 10 anche guidando in modo allegro.

Difetti

Tenuta del valore

Una volta le coupé/cabriolet (le scoperte con il tetto rigido ripiegabile, per intenderci) erano di moda, oggi no. Acquistare oggi una Volkswagen Eos significa assistere ad un ulteriore calo a breve termine delle quotazioni.

Garanzie

La copertura globale è terminata nel 2011 e quella sulla verniciatura nel 2012. Ancora valida, fino al 2021, la protezione sulla corrosione.

Scopri tutto il listino dell’usato Volkswagen.

Foto

Volkswagen Passat, la storia in foto

Le sette generazioni della berlina di Wolfsburg.

Foto

Volkswagen Jetta, la storia in foto

Apprezzatissima in America, (molto) meno in Italia

Auto usate tedesche

Volkswagen Golf Variant 2.0 TDI DSG (2010): pregi e difetti della station wagon compatta tedesca

Porsche 911 Carrera 4 Cabriolet (2010): pregi e difetti della supercar tedesca

Smart fortwo cabrio 61 CV (2005): pregi e difetti della baby scoperta tedesca

Smart fortwo cabrio 52 kW (2008): pregi e difetti della baby “spider” tedesca

BMW 335i Cabrio (2012): pregi e difetti della scoperta tedesca