• pubblicato il 02-11-2011

Peugeot 208

La nuova piccola di segmento B della Casa del Leone pronta alla commercializzazione: ecco tutte le info

L'abbiamo vista - ufficialmente - al Salone di Ginevra 2012, dove la piccola Peugeot 208 si è mostrata al grande pubblico anche in due versioni particolari, la 208 GTi e la 208XY. Ma le prime foto del modello - sotto pesante cammuffatura - erano già spuntate intorno a settembre, creando molta attesa.

La nuova Peugeot 208 è chiamata a un compito difficile: replicare il successo della 207 e della 206 prima di lei, vetture entrambe amatissime dal pubblico italiano. Ma le carte in regola sembrano esserci tutte.

La linea

La piccola francese si presenta con un nuovo look, che abbandona le forme di chi l'ha preceduta - la già citata 207 - e la "grande bocca" che l'ha resa iconica, per un family feeling nuovo che riprende in parte il design della sorella maggiore 508, con linee più tese e moderne.

Addio al grande fascioni paracolpi nero che tagliava la bocca leonina, ecco al suo posto un nuovo frontale che dà maggior risalto - nella pulizia - al logo della casa. Nuovi anche i fari anteriori e posteriori, con uno stile meno "tondo" e più teso.

Più compatta della 207, la Peugeot 208 ha una lunghezza sotto i 4 metri (3,96m per la precisione), una larghezza di 1,74m e un'altezza di 1,46 metri. Maggiore però lo spazio interno, specie lo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori.

Le motorizzazioni

Si va verso il downsizing anche per quanto riguarda la gamma motori, che introduce nuovi tricilindrici che promettono consumi ridotti e buoni consumi (senza dimenticare il CO2).

Alla base il 1.0 VTi benzina 12 valvole da 68 CV, disponibile dal secondo semestre 2012: sarà l'entry level della gamma, con prezzi (per la 3 porte) a partire da 11.650 euro. Poi, altri tre benzina: un 1.2 VTi - sempre tricilindrico - da 82CV, un 1.4 VTi da 95CV e un 1.6 VTi da 120CV al top di gamma.

Tre i motori diesel: un 1.4 HDi da 68CV, un 1.4 e-HDi sempre da 68 CV ma equipaggiato con un sistema Stop&Start semi-ibrido, e un 1.6 e-HDi sempre con sistema Stop&Start. Quest'ultimo sarà disponibile in due step di potenza, rispettivamente di 92 e 114 CV.

Gli allestimenti

Alla base della gamma troviamo l'allestimento Access, con un ricco equipaggiamento di base: dagli airbag per guidatore e passeggero, airbag laterali e a tendina, ABS, ESP, chiusura centralizzata, computer di bordo e non solo.

Per chi vuole avere qualcosa in più - specie dal punto di vista dello stile - ci si potrà spostare sulla versione Active con - fra gli altri - maniglie e retrovisori in tinta con la carrozzeria, calandra con profilo cromato, sistema audio con schermo touch-screen e presa USB.

Limitata invece la scelta per chi preferirà l'allestimento Business, abbinabile al solo 1.4 HDi da 68CV.

Al top di gamma infine l'allestimento Allure, che offre in più - ad esempio il - climatizzatore automatico bi-zona, sedili anteriori sportivi, cerchi in lega da 16 pollici, volante in pelle.

Peugeot 208

L'opinione dei lettori