• pubblicato il 06-06-2016

Seat Alhambra

La seconda generazione della sorella della Volkswagen Sharan

La Seat Alhambra - giunta alla seconda generazione - è una grande monovolume spagnola disponibile a trazione anteriore o integrale gemella della Volkswagen Sharan nata nel 2010 e sottoposta ad un leggero restyling nel 2015.

Seat Alhambra: gli esterni

La Seat Alhambra ha un design razionale e presenta pratiche porte posteriori scorrevoli che agevolano l’accesso all’abitacolo.

Seat Alhambra: gli interni

La Seat Alhambra è una monovolume molto pratica: sette posti e un bagagliaio adatto ai grandi carichi. Molto curate le finiture.

Seat Alhambra: i motori

La gamma motori della Seat Alhambra è composta da tre 2.0 turbodiesel TDI da 115, 150 e 184 CV.

Seat Alhambra: gli allestimenti

Gli allestimenti della Seat Alhambra sono due: Style e Advance. La versione “entry level” ha una dotazione di serie che comprende 6 portabicchieri, il bracciolo anteriore con regolazione longitudinale e in altezza, il cassetto portaoggetti illuminato e refrigerato con serratura, i cerchi in lega da 16” con pneumatici 215/60 R16, la chiusura centralizzata con telecomando, i fendinebbia con funzione cornering, la griglia frontale cromata, le luci diurne con funzione coming home, le luci posteriori a LED, i mancorrenti neri al tetto, le porte posteriori scorrevoli, il Seat Media System Plus (touchscreen 6,5” a colori, 8 altoparlanti, lettore CD MP3, ingressi AUX, USB e SD e vivavoce Bluetooth), i sette posti con sistema di abbattimento Easy Fold per i 6 sedili passeggeri e sedili con regolazioni indipendenti e gli specchietti esterni regolabili, riscaldabili e ripiegabili elettricamente con indicatori di direzione a LED integrati.

Senza dimenticare il Climatronic a tre zone con comandi separati nella zona posteriore, il computer di bordo, i cristalli elettrici anteriori e posteriori, il display multifunzione con rilevatore di stanchezza conducente, i finestrini laterali e posteriori atermici, gli inserti cromati su bocchette aerazione interna e interruttore luci, le prese da 12 volt nella consolle centrale anteriore e nel vano bagagli, i poggiatesta anteriori modulari a regolazione verticale e longitudinale, il porta occhiali, il ripiano orizzontale sullo schienale dei sedili anteriori, i sedili anteriori con regolazione in altezza e zona lombare, il sedile lato guida con regolazione elettrica dello schienale e della zona lombare, lo specchietto retrovisore interno con dispositivo antiabbagliamento automatico, le tendine parasole posteriori, il vano portaoggetti integrato nel cruscotto con copertura, il volante a tre razze multifunzione in pelle regolabile in altezza e in profondità e pomello del cambio in pelle.

Per quanto riguarda la sicurezza, invece, la Seat Alhambra “base” offre 7 airbag (2 anteriori, 2 laterali, 2 a tendina e 1 ginocchia lato guida con disattivazione cuscino passeggero), l’ABS, il cruise control, l’ESP con frenata d’emergenza, il freno di stazionamento elettrico con funzione auto hold, il Multicollision brake (sistema di frenata anti collisione multipla), i sensori pioggia e luci, il servosterzo elettromeccanico regolato in funzione della velocità, il sistema Isofix nei cinque sedili posteriori, lo Start&Stop e il TPMS (sistema di controllo pressione pneumatici).

La versione Advance costa 2.000 euro più della Style a parità di motore e aggiunge i cerchi in lega da 17” con pneumatici 225/50 R17, il navigatore satellitare con cartografia europea su SD card, le portiere e portellone posteriori con apertura/chiusura a comando elettrico, la retrocamera con visualizzazione area di manovra, i sedili anteriori sportivi, il sistema di avviamento senza chiave KESSY, il sistema di parcheggio automatizzato Park Assist con sensori di parcheggio anteriori e posteriori, le sospensioni sportive e i vetri posteriori oscurati.

Seat Alhambra: gli optional

La dotazione di serie della Seat Alhambra Style andrebbe secondo noi arricchita con tre optional fondamentali: il navigatore satellitare con cartografia europea + retrocamera con visualizzazione area di manovra (750 euro), i sensori di parcheggio anteriori e posteriori (500 euro) e la vernice metallizzata (800 euro). Quest’ultimo accessorio starebbe bene anche sulla Advance insieme ai fari anteriori Bi-xeno, AFS “Adaptive Front-Lighting System", lavafari (1.000 euro) e al tetto panoramico apribile elettricamente (1.000 euro).

Seat Alhambra: i prezzi

DIESEL

Seat Alhambra 2.0 TDI 115 CV Style  34.500 euro
Seat Alhambra 2.0 TDI 115 CV Advance 36.500 euro

Seat Alhambra 2.0 TDI 150 CV Style  36.000 euro
Seat Alhambra 2.0 TDI 150 CV DSG Style 38.000 euro
Seat Alhambra 2.0 TDI 150 CV DSG Advance 40.000 euro
Seat Alhambra 2.0 TDI 150 CV 4DRIVE Style 37.000 euro
Seat Alhambra 2.0 TDI 150 CV 4DRIVE Advance 39.000 euro

Seat Alhambra 2.0 TDI 184 CV Advance 41.500 euro
Seat Alhambra 2.0 TDI 184 CV 4DRIVE Advance 43.500 euro

Seat Alhambra

L'opinione dei lettori