codice stradale
  • pubblicato il 10-10-2014

Nuovo codice della strada: primo Sì della Camera

Tra le novità più importanti introdotti l'ergastolo della patente e l'omicidio stradale

La Camera ha dato il suo primo Sì alla riforma del codice della strada. Il testo è stato approvato con 246 Sì e 9 No. Tensione in aula generata dall'ostruzionismo del M5S nonostante siano stati approvati diversi emendamenti del gruppo.

Tra le novità più importanti l'introduzione dell'ergastolo a vita per la patente e dell'omicidio stradale. I punti patente verranno inoltre decurtati anche ai minorenni e i motocicli potranno circolare inautostradaa partire dai120 cc.

Di seguito le novità più importanti del nuovo codice della strada.

Ergastolo della patente

L'accusa di omicidio colposo alla guida, causato da una violazione del codice della strada, si tradurrà nella revoca a vita della patente. Ciò avverrà nel caso in cui al guidatore venga rilevato un tasso alcolemico superiore a 1,5g/l o sia risultato positivo all'uso di stupefacenti ovvero “ in caso di omicidio colposo con più vittime o con morte di una persona e lesioni di una o più persone”.

Omicidio stradale

Con una modifica al codice penale viene introdotto il reato di omicidio commesso con violazione delle norme sulla circolazione stradale come necessariamente doloso e non colposo, in particolare se commesso da soggetti alla guida ubriachi o sotto l'effetto di stupefacenti.

Proventi delle multe

Almeno il 15% dei proventi delle multe andranno destinati ad un fondo rivolto all'intensificazione dei controllo stradali e ad un altro fondo per il finanziamento del piano nazionale di sicurezza.

Sanzioni economiche “graduali” per i parcheggi illegittimi

Nuove norme riguarderanno anche le multe per il parcheggio non pagato all'interno delle strisce blu. Le sanzioni dovranno infatti essere graduali tenendo conto del tempo di permanenza illegittimo.

Multe e sanzioni saranno previste anche per chi parcheggia indebitamente negli spazi assegnati dai Comuni al parcheggio per donne incinte o con bimbi piccoli.

In città limiti a 30 km/h

Nei centri urbani i limiti di velocità potranno essere abbassati fino a 30 km/h in prossimità di scuole, ospedali, etc...

Via libera per Bici e moto alle corsie dei mezzi pubblici

La delega prevede nuove norme per le biciclette con un occhio di riguardo alla sicurezza dei minori di 14 anni e agevolazioni per i ciclisti e motociclisti riguardo l'accesso alle corsie riservate ai mezzi pubblici.

Moto: in autostrada anche con 120 cc

Si abbassa la cilindrata minima di accesso per i motocicli alle superstrade e autostrade, potranno accedervi a partire dai 120 cc (attualmente 150 cc).

Banche dati

Verrà istituita una banca dati unica delle infrazioni stradali, ed i dati su veicoli e patenti potranno essere utilizzati liberamente in formato open source.

Patente a punti anche per minorenni

I punti verranno decurtati anche ai soggetti minorenni per le infrazioni a bordo dei ciclomotori (oggi accade solo per i maggiorenni).

Nuova definizione di Car Pooling

Il car pooling viene ridefinito come “servizio di trasporto non remunerato basato sull'uso condiviso di veicoli privati tra due o più persone che debbano percorrere uno stesso itinerario”. Viene inoltre prevista la possibilità di “svolgere servizio di piazza con velocipedi”.

Sistemi telematici per controllo di revisione e assicurazioni.

Prevista l'istituzione di sistemi telematici allo scopo di rilevare lo stato della revisione e l'esistenza dell'assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile verso terzi del veicolo.

Fonte: Ansa

Nuovo codice della strada: primo Sì della Camera

L'opinione dei lettori