autovelox
  • pubblicato il 17-10-2014

Assicurazione auto: l'autovelox scova chi non paga

di Junio Gulinelli

Basterà una foto a scovare gli evasori, ma la sanzione scatterà solo dopo la presentazione del certificato entro i termini

I tre milioni e mezzo di automobilisti italiani che circolano senza assicurazione non avranno più vita facile...

Grazie, infatti, alle novità introdotte nell'Articolo 44 della Bozza della Legge di Stabilità d'ora in poi sarà più facile per la polizia stradale scovare gli evasori servendosi della fotografia della targa dell'auto effettuata tramite i dispositivi di rilevamento automatico come ad esempio gli Autovelox, il tutor o i varchi ZTL.

In sintesi non sarà più necessario fermare l'auto per le verifiche del caso, basterà scattare una foto alla targa e verificare la frode attraverso l'archivio integrato della Motorizzazione Civile.

La sanzione, però, non scatterà immediatamente, la legge prevede infatti che l'organo di polizia notifichi l'accertata violazione al diretto interessato invitandolo a produrre il certificato di assicurazione entro i termini previsti.

''Manca ancora la notifica diretta della sanzione, che avrebbe reso la misura più incisiva. Ma forse arriverà una volta che diverrà operativa la 'dematerializzazionde del contrassegno cartaceo dell'Rc Auto prevista per ottobre 2015'', ha dichiarato il direttore centrale dell'Ania Vittorio Verdone.

Infine, da febbraio 2014, è stata resa accessibile dalla motorizzazione al ministero dell'Interno e alle forze di polizia la “lista nera” con i dati relativi ai veicoli non assicurati.

Fonte: Ansa

Assicurazione auto: l'autovelox scova chi non paga

L'opinione dei lettori