Autovelox
  • pubblicato il 19-06-2015

Multe e autovelox: se non tarati non devi pagare

Tutto quello che c'è da sapere sulla sentenza n. 113 della Corte Costituzionale del 18 giugno 2015 sui rilevatori di velocità mobili

Le multe effettuate con Autovelox mobili non tarati periodicamente non sono valide: la sentenza n. 113 della Corte Costituzionale ha infatti dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 45, comma 6, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo Codice della Strada), nella parte in cui non prevede che tutte le apparecchiature impiegate nell’accertamento delle violazioni dei limiti di velocità siano sottoposte a verifiche periodiche di funzionalità e taratura.

Di seguito troverete tutto quello che c’è da sapere su questa novità: una guida completa per gestire nel migliore dei modi eventuali ricorsi.

La sentenza riguarda tutti gli autovelox?

No. La sentenza n. 113 della Corte Costituzionale riguarda solo gli autovelox mobili. Quelli fissi, infatti, erano già soggetti alla verifica periodica di taratura.

Cosa sono gli autovelox mobili?

Sono quelli che necessitano della presenza di una pattuglia: i telelaser, ad esempio.

È possibile fare ricorso se la multa è già stata pagata?

No. Il ricorso in caso di multa effettuata da un Autovelox mobile non tarato è valido solo se non è ancora stata pagata la sanzione.

Tutte le multe effettuate con Autovelox mobili sono illegali?

No. Solo le multe effettuate con Autovelox mobili non tarati. Sul verbale dovrebbe essere specificato.


Multe e autovelox: se non tarati non devi pagare

L'opinione dei lettori