Catena di distribuzione
  • pubblicato il 08-05-2015

Distribuzione: meglio la cinghia o la catena?

La prima è più economica, la seconda dura di più

Quando si parla di distribuzione è meglio la cinghia o la catena? La prima, usata soprattutto dalle vetture più economiche, è più adatta a chi vuole risparmiare il più possibile sui costi di gestione mentre la seconda - più “raffinata” - ha come punto di forza l’affidabilità.

La cinghia di distribuzione (che si occupa, come la catena, di trasmettere il movimento dall’albero motore all’albero a camme) costa meno della “rivale” in caso di sostituzione perché si trova all’esterno del propulsore (e richiede quindi meno impegno da parte del meccanico), è più silenziosa e - grazie al peso inferiore e al minor attrito - contribuisce a ridurre i consumi di carburante.

La catena di distribuzione non va sostituita - a differenza della cinghia (che ha una durata più breve) - in quanto teoricamente dura quanto il motore, non richiede manutenzione, è meno soggetta a dilatazioni termiche (e quindi “sopporta” meglio regimi elevati) e in caso di cedimento provoca meno danni agli alberi a camme.

Distribuzione: meglio la cinghia o la catena?

L'opinione dei lettori