Area di servizio

Omicidio stradale, tutte le pene della nuova legge

Cosa succede a chi causa la morte di una persona mentre si trova al volante

L’omicidio stradale è diventato un reato: con la nuova legge, approvata dal Senato, ci sono pene maggiori per chi causa la morte di una persona mentre si trova al volante. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

Quanto dura la reclusione per chi provoca un omicidio stradale per semplice colpa (cioè violando il Codice della Strada)?

Da 2 a 7 anni.

In quali casi la pena della reclusione per omicidio stradale è più severa?

Se la morte è provocata da una persona alla guida in stato di ebbrezza medio con un tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l ma non superiore a 1,5 g/l e in caso di guida pericolosa (eccesso di velocità, guida contromano, infrazioni ai semafori, sorpassi e inversioni a rischio) la reclusione è da 5 a 10 anni e sale da 8 a 12 anni se la morte è provocata da una persona alla guida in stato di ebbrezza grave (con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l) o da un conducente professionale in stato di ebbrezza medio.

Quanto dura la reclusione per chi provoca lesioni stradali?

Bisogna distinguere tra lesioni gravissime e lesioni gravi. Nel primo caso da 1 a 3 anni di reclusione per semplice colpa, da 2 a 4 anni in caso di stato di ebbrezza medio o per guida pericolosa e da 4 a 7 anni in caso di stato di ebbrezza grave o medio in caso di conducente professionale. Nel secondo caso, invece, da 3 mesi a 1 anno per semplice colpa, da 18 mesi a 3 anni in stato di ebbrezza medio o per guida pericolosa e da 3 a 5 anni in stato di ebbrezza grave o medio in caso di conducente professionale.

In caso di omicidio stradale e/o lesioni stradali è prevista la revoca della patente?

Sì. 5 anni per lesioni con semplice colpa, 10 anni per omicidio provocato da guida pericolosa e 15 anni in caso di ebbrezza media o grave.

E se il conducente è straniero?

Per il conducente straniero è prevista l’inibizione alla guida in Italia per un periodo di tempo analogo alla durata della revoca per il conducente in possesso di patente italiana.

In quali casi di omicidio stradale è previsto l’arresto in flagranza?

L’obbligo di arresto è valido solo in caso di stato di ebbrezza grave (o media da parte di conducenti professionali. L’arresto è escluso in caso di lesioni e se il conducente si ferma, presta assistenza e si mette a disposizione delle autorità.

Quali sono le aggravanti previste per l’omicidio stradale?

La guida senza patente, la guida con patente sospesa o revocata o il veicolo di proprietà dell’autore del fatto sprovvisto di assicurazione.

Quali sono le attenuanti previste per l’omicidio stradale?

Il concorso di colpa.


Area di servizio

Volkswagen e il dieselgate: come risolveranno il problema

Aggiornamento software per i motori 2.0 TDI più misure hardware per i 1.6 TDI

Area di servizio

Emissioni CO2 Audi, Seat, Skoda e Volkswagen: l'elenco dei modelli 2016 coinvolti

Dati imprecisi sull'anidride carbonica per 430.000 vetture nuove

Area di servizio

Carta verde: a cosa serve e in quali Paesi la chiedono ancora

Basta buche sulle strade: al via la campagna Anas

Lis, il portale ACI sugli incidenti

Guida senza patente: cosa cambia con la depenalizzazione

Sosta vietata: multe per tutti? Cos’è lo Street Control