Bollo Auto 2
  • pubblicato il 22-10-2014

Eliminazione bollo auto: la proposta rimandata in Commissione

di Junio Gulinelli

La Conferenza dei Capigruppo rimanda il testo in Commissione Finanze. "Rilevate delle criticità"

Abolizione del Bollo Auto? Macché...

La strada della proposta di Legge di Daniele Capezzone si fa tortuosa. Il testo (partito alla grande la scorsa settimana con l'approvazione in Commissione Finanze) esaminato ieri dalla conferenza dei Capigruppo, è stato infatti “rimbalzato” per un ulteriore passaggio in commissione. Per ora, dunque non arriverà in Aula.

Causa: “rilevate delle criticità”. E la tassa più odiata dagli italiani (peraltro evasa da 3,5 milioni di persone) resiste nel ruolo di spauracchio degli automobilisti. La battaglia per eliminare il bollo auto è ancora lunga.

"E' deludente”, ha detto Capezzone (presidente stesso della Commissione Finanze), “che, all'ultimo miglio, nel passaggio tra la Commissione Bilancio e l'Aula, Governo e maggioranza (che pure si erano espressi a favore del mio emendamento nella Commissione di merito, cioè in Commissione Finanze) abbiano scelto una sorta di strategia dilatoria sulla mia proposta di progressivo superamento del bollo auto, tassa tra le più odiate dai contribuenti italiani".

La proposta di eliminazione del bollo auto prevede che, chi acquista un'auto nuova, non paghi il bollo per i primi tre anni (che diventano 5 anni nel caso di auto green). Trascorso questo periodo si torna a pagare il bollo ma secondo il criterio di "più inquini, più paghi", con un importo del bollo proporzionato alle emissioni.

Si tratterebbe effettivamente di una ipotetica “mezza” eliminazione (non totale) del bollo auto che andrebbe ad incentivare l'acquisto di auto nuove e poco inquinanti, tra l'altro il gettito perso dal bollo attuale sarebbe coperto dall'IVA proveniente dall'aumento delle vendite.

Vediamo come andrà a finire.

Fonte: Ansa

Eliminazione bollo auto: la proposta rimandata in Commissione

L'opinione dei lettori