Bollo 2
  • pubblicato il 01-05-2015

Rimborso bollo auto: regione che vai, modalità che trovi (Centro Italia)

Procedure, documenti necessari e metodi per riavere indietro la tassa automobilistica

Come abbiamo visto nel Nord Italia le procedure per ottenere il rimborso del bollo auto variano da regione a regione anche nel Centro Italia.

Di seguito troverete una guida completa su come beneficiare di questa possibilità in Emilia Romagna, in Toscana, nelle Marche, in Umbria, nel Lazio, in Abruzzo e in Molise.

Emilia Romagna

Il rimborso della tassa automobilistica viene concesso nei seguenti casi:

- se è stato effettuato un doppio pagamento (con la stessa scadenza)

- se è stato effettuato un pagamento in eccesso

- se è stato effettuato un pagamento non dovuto (ad esempio a seguito di furto, vendita effettuata in data antecedente all’inizio del periodo tributario o demolizione del veicolo, ecc.)

Le domande di rimborso, redatte in carta libera, devono essere indirizzate a Regione Emilia Romagna - Dir. Gen. Risorse Finanziarie e Strumentali - Via A. Moro 52 - 40127 - Bologna e vanno presentate presso le Unità Territoriali ACI o presso le delegazioni ACI.

Sulla domanda devono essere riportati nome, cognome, residenza, codice fiscale (o partita IVA) e numero di telefono del richiedente; inoltre devono essere indicate anche le modalità con cui si vuole ricevere il rimborso (c/c postale, bancario ABI e CAB, assegno circolare non trasferibile con spese a carico del destinatario).

Il rimborso deve essere richiesto entro tre anni solari successivi a quello del versamento e alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione:

In caso di doppio pagamento

- originale della ricevuta di versamento del bollo da rimborsare- fotocopia della ricevuta di versamento del bollo valido- fotocopia della carta di circolazione

In caso di pagamento in eccesso

- fotocopia della ricevuta di versamento del bollo pagato in eccesso- fotocopia della carta di circolazione

In caso di versamento non dovuto

- originale della ricevuta di versamento del bollo da rimborsare- fotocopia dell’atto da cui risulti che il pagamento non è dovuto (es. denuncia di furto, copia dell’atto di vendita, certificato di avvenuta consegna per la demolizione, ecc.)Non si procede al rimborso di somme pari o inferiori a 10,33 euro.

Toscana

Il rimborso della tassa automobilistica viene concesso nei seguenti casi:

- se è stato effettuato un doppio pagamento (con la stessa scadenza)

- se è stato effettuato un pagamento in eccesso- se è stato effettiuato un pagamento non dovuto (ad esempio a seguito di furto, vendita o demolizione del veicolo)

Le domande di rimborso, redatte in carta libera, devono essere indirizzate a Regione Toscana - Settore Tributi - Via di Novoli 26 - 50127 Firenze e vanno presentate presso le Unità Territoriali ACI o presso le delegazioni ACI.

Sulla domanda devono essere riportati nome, cognome, residenza, codice fiscale (o partita IVA) e numero di telefono del richiedente; inoltre devono essere indicate anche le modalità con cui si vuole ricevere il rimborso (c/c postale, bancario ABI e CAB, assegno circolare non trasferibile con spese a carico del destinatario.

Il rimborso deve essere richiesto entro tre anni solari successivi a quello del versamento e alla domanda deve essere allegata la seguente dichiarazione:

In caso di doppio pagamento

- originale della ricevuta di versamento del bollo da rimborsare- fotocopia della ricevuta di versamento del bollo valido- fotocopia della carta di circolazione

In caso di pagamento in eccesso

- fotocopia della ricevuta di versamento del bollo pagato in eccesso- fotocopia della carta di circolazione

In caso di versamento non dovuto

- originale della ricevuta di versamento del bollo da rimborsare- fotocopia dell’atto da cui risulti che il pagamento non è dovuto (es. denuncia di furto, copia dell’atto di vendita, certificato di avvenuta consegna per la demolizione, ecc.)Non si procede al rimborso di somme pari o inferiori a 12 euro.

Marche

Nel caso in cui la tassa venga pagata due volte per lo stesso veicolo e per la stessa scadenza ci sono due possibilità: richiedere il rimborso di una delle due tasse pagate, oppure richiedere che la doppia tassa venga resa idonea alla copertura del successivo periodo d’imposta.

In entrambi i casi è necessario inviare alla Regione Marche una richiesta.Se il periodo d’imposta non è dovuto dal soggetto che ha corrisposto la tassa, quest’ultimo può richiedere alla Regione Marche il rimborso per intero dell’importo versato.

In caso di rottamazione, se questa è avvenuta nel mese utile stabilito per il pagamento della tassa automobilistica non va pagato un nuovo bollo.

Umbria

Il rimborso della tassa automobilistica viene concesso nei seguenti casi:

- se è stato effettuato un doppio pagamento (con la stessa scadenza)

- se è stato effettuato un pagamento in eccesso

- se è stato effettuato un pagamento non dovuto (ad esempio a seguito di furto, vendita effettuata in data antecedente all’inizio del periodo tributario o demolizione del veicolo

Le domande di rimborso, redatte in carta libera - devono essere indirizzate a Regione Umbria - Direzione Regionale Risorsa Umbria. Federalismo, Risorse Finanziarie e Strumentali - Servizio Ragioneria e fiscalità regionale - Via Mario Angeloni 61 - 06124 Perugia e vanno presentate presso le Unità Territoriali ACI o presso le Delegazioni ACI.

Sulla domanda devono essere riportati nome, cognome, residenza, codice fiscale (o partita IVA) e numero di telefono del richiedente; inoltre devono essere indicate anche le modalità con cui si vuole ricevere il rimborso (c/c postale, bancario ABI e CAB, assegno circolare non trasferibile con spese a carico del destinatario).

Il rimborso deve essere richiesto entro tre anni solari successivi a quello del versamento e alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione:

In caso di doppio pagamento

- originale della ricevuta di versamento del bollo da rimborsare- fotocopia della ricevuta di versamento del bollo valido- fotocopia della carta di circolazione

In caso di pagamento in eccesso

- fotocopia della ricevuta di versamento del bollo pagato in eccesso- fotocopia della carta di circolazione

In caso di versamento non dovuto

- originale della ricevuta di versamento del bollo da rimborsare- fotocopia dell’atto da cui risulti che il pagamento non è dovuto (es.: denuncia di furto, copia dell’atto di vendita, certificato di avvenuta consegna per la demolizione, ecc.)Non si procede al rimborso di somme pari o inferiori a 10,33 euro.

Lazio

Il rimborso della tassa automobilistica viene concesso nei seguenti casi:

- se è stato effettuato un doppio pagamento (con la stessa scadenza)

- se è stato effettuato un pagamento in eccesso

- se è stato effettuato un pagamento non dovuto (ad esempio a seguito di furto, vendita o demolizione del veicolo, ecc.)

Le domande di rimborso, redatte in carta libera, devono essere indirizzate a Regione Lazio - Dir. Reg. Bilancio e Tributi - Area Tributi - Via R. Raimondi Garibaldi 7 - 00145 Roma e vanno presentate presso le Unità Territoriali ACI o presso le Delegazioni ACI.

Sulla domanda devono essere riportati nome, cognome, residenza, codice fiscale (o partita IVA) e numero di telefono del richiedente; inoltre devono essere indicate anche le modalità con cui sui vuole ricevere il rimborso (c/c postale, bancario ABI e CAB, assegno circolare non trasferibile con spese a carico del destinatario).

Il rimborso deve essere richiesto entro tre anni solari successivi a quello del versamento e alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione:

In caso di doppio pagamento

- originale della ricevuta di versamento del bollo da rimborsare- fotocopia della ricevuta di versamento del bollo valido- fotocopia della carta di circolazione

In caso di pagamento in eccesso

- fotocopia della ricevuta di versamento del bollo pagato in eccesso- fotocopia della carta di circolazione

In caso di versamento non dovuto

- originale della ricevuta di versamento del bollo da rimborsare- fotocopia dell’atto da cui risulti che il pagamento non è dovuto (es.: denuncia di furto, copia dell’atto di vendita, certificato di avvenuta consegna per la demolizione, ecc.)Non si procede al rimborso di somme pari o inferiori a 16,53 euro.

Abruzzo

Il rimborso della tassa automobilistica viene concesso nei seguenti casi:

- se è stato effettuato un doppio pagamento (con la stessa scadenza)- se è stato effettuato un pagamento in eccesso

- se è stato effettuato un pagamento non dovuto (ad esempio a seguito di furto, vendita effettuata in data antecedente all’inizio del periodo tributario o demolizione del veicolo, ecc.)

Le domande di rimborso, redatte in carta libera, devono essere indirizzate a Regione Abruzzo - Servizio Risorse Finanziarie - Via Leonardo da Vinci 6 - 67100 L’Aquila e vanno presentate presso le Unità Territoriali ACI o presso le Delegazioni ACI.

Sulla domanda devono essere riportati nome, cognome, residenza, codice fiscale (o partita IVA) e numero di telefono del richiedente; inoltre devono essere indicate anche le modalità con cui si vuole ricevere il rimborso (c/c postale, bancario ABI e CAB, assegno circolare non trasferibile con spese a carico del destinatario).

Il rimborso deve essere richiesto entro tre anni solari successivi a quello del versamento e alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione:

In caso di doppio pagamento

- originale della ricevuta di versamento del bollo da rimborsare- fotocopia della ricevuta di versamento del bollo valido- fotocopia della carta di circolazione

In caso di pagamento in eccesso

- fotocopia della ricevuta di versamento del bollo pagato in eccesso- fotocopia della carta di circolazione

In caso di versamento non dovuto

- originale della ricevuta di versamento del bollo da rimborsare- fotocopia dell’atto da cui risulti che il pagamento non è dovuto (es.: denuncia di furto, copia dell’atto di vendita, certificato di avvenuta consegna per la demolizione, ecc.)Non si procede al rimborso di somme pari o inferiori a 10,33 euro.

Molise

Per richiedere il rimborso in caso di doppio pagamento bisogna allegare l’originale del versamento oggetto di rimborso, la fotocopia del versamento correttamente eseguito, la fotocopia della carta di circolazione e la fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità.

In caso di pagamento eccessivo ci vuole la fotocopia della ricevuta del versamento eccessivo, la fotocopia della carta di circolazione e la fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità mentre per il pagamento non dovuto c’è bisogno dell’originale del versamento oggetto di rimborso, della fotocopia della carta di circolazione, della fotocopia del documento comprovante il diritto al rimborso (es. perdita di possesso, etc.) o prova dell’esonero dal pagamento e la fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità.

In caso di furto è necessaria la copia denuncia del furto alle Forze dell’ordine, la copia visura P.R.A. o trascrizione da cui si possa rilevare l’annotazione della perdita di possesso per furto e la fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità.

TAG

Rimborso bollo auto: regione che vai, modalità che trovi (Centro Italia)

L'opinione dei lettori