Targa
  • pubblicato il 06-03-2015

Targa persa, rubata o deteriorata: cosa fare

Tutto quello che c'è da sapere in caso di furto o smarrimento

Come ci si comporta in caso di targa persa, rubata o deteriorata? Di seguito troverete una guida completa nella quale troverete tutto quello che c’è da sapere.

Cosa succede se perdo (o mi rubano) la targa?

In caso di targa persa, rubata o deteriorata per prima cosa bisogna farne denuncia agli organi di Polizia.

Devo reimmatricolare la vettura?

Sì, ma non subito: in caso di furto o smarrimento solo dopo 15 giorni dalla denuncia (senza che la targa o le targhe siano state ritrovate) è possibile procedere con la richiesta di reimmatricolazione e reiscrizione al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) del veicolo.

A chi mi devo rivolgere per la reimmatricolazione?

La richiesta di reimmatricolazione in caso di targa persa, rubata o deteriorata può essere presentata dall’intestatario o da una persona incaricata ad uno Sportello Telematico dell’Automobilista (STA) quando si dispone del certificato di proprietà. Contestualmente viene rinnovata l’iscrizione al PRA.

Posso delegare qualcun altro?

Certo: bisogna però allegare alla documentazione la delega rilasciata dall’intestatario per il PRA, il modello TT2120 per l’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile e la fotocopia del documento di identità dell’intestatario.

Qual è la documentazione da presentare per la reimmatricolazione?

Per procedere con la reimmatricolazione di un veicolo la cui targa è stata persa, rubata o deteriorata ci vogliono diversi documenti.
- Modulo di richiesta di reimmatricolazione DTT2119 in distribuzione gratuita presso gli STA del PRA e della Motorizzazione)
- Modulo di richiesta di rinnovo di iscrizione al PRA Mod. NP2 su cui indicare il codice fiscale dell’intestatario (stampabile dal sito o in distribuzione gratuita presso gli STA del PRA e degli uffici provinciali della Motorizzazione)
- Carta di circolazione
- Certificato di proprietà (in caso di furto, smarrimento o distruzione va allegata la relativa denuncia presentata agli organi di pubblica sicurezza o una dichiarazione sostitutiva di aver reso denuncia con l’indicazione della data e del luogo dov’è stata presentata)
- Denuncia di smarrimento, furto, distruzione delle targhe o della targa resa alle autorità o dichiarazione sostitutiva di resa denuncia
- Eventuale targa rimasta o, in caso di deterioramento, le targhe deteriorate
- Fotocopia del documento di identità dell’intestatario (se il documento è redatto in lingua straniera dev’essere allegata una traduzione ufficiale in italiano, tranne i casi in cui esistono esenzioni stabilite da leggi o accordi internazionali)
- Dichiarazione sostitutiva di certificazione di residenza dell’intestatario, qualora la residenza non sia riportata sul documento presentato

Se l’intestatario è una persona giuridica?

È necessaria la dichiarazione sostitutiva resa dal legale rappresentante per attestare la sede della persona giuridica.

Se l’intestatario è un cittadino extracomunitario residente in Italia?

Ci vuole la copia del permesso di soggiorno in corso di validità oppure la copia del permesso scaduto con allegata la copia della ricevuta postale attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo oppure la copia del documento di identità e la fotocopia della ricevuta attestante la presentazione dell’istanza di primo rilascio oppure la copia del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.

Se l’intestatario è un familiare extracomunitario di un cittadino dell’UE residente in Italia?

C’è bisogno della copia della carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione Europea residente in Italia oppure la copia della carta di soggiorno permanente per familiari di cittadini europei.

Quanto costa reimmatricolare una vettura in caso di targa persa, rubata o deteriorata

27,00 euro di emolumenti Aci, 32,00 euro di imposta di bollo per iscrizione al PRA, 9,00 euro (+ costi per i versamenti postali) per i diritti MCTC e 32,00 euro (+ costi per i versamenti postali) per l’imposta di bollo per reimmatricolazione.

Il costo della targa dipende da zona a zona e bisogna considerare inoltre il fatto che se ci si rivolge allo STA di una delegazione ACI o a quello di un’agenzia di pratiche auto bisogna aggiungere la tariffa del servizio di intermediazione.

TAG

Targa persa, rubata o deteriorata: cosa fare

L'opinione dei lettori