Info Utili

I falsi miti sull’auto a metano

I falsi miti sull'auto a metano secondo Seat

Le auto a metano sono perfette per chi ama risparmiare al momento di fare il pieno ma anche per chi vuole mettersi al riparo dai blocchi del traffico.

Di seguito troverete i falsi miti sull’auto a metano: un elenco realizzato da Seat (Casa che può vantare nel proprio listino tre modelli alimentati a gas naturale: Mii, Ibiza e Leon) per fare più chiarezza sulle vetture alimentate dal combustibile più pulito in circolazione.

I falsi miti sull’auto a metano

Le auto a metano sono meno briose di quelle “convenzionali”

FALSO. Le prestazioni di un’auto a metano sono identiche a quelle dotate di motori a benzina e diesel di pari potenza.

Il serbatoio del metano non è sicuro

FALSO. I serbatoi per il metano sono provvisti di una valvola di sicurezza che, nella remota eventualità di un incendio, rilascerebbe in maniera controllata il gas all’esterno salvaguardando così la vettura.

Quando il metano finisce l’auto si ferma

FALSO. Le auto a metano sono a doppia alimentazione e possono quindi viaggiare anche a benzina.

Non si può viaggiare esclusivamente a metano

FALSO. È possibile circolare senza mai dover usare il serbatoio di benzina. Va detto, però, che è sempre consigliabile disporre di una quantità minima di benzina, utile quando si avvia il motore a temperature molto basse oppure subito dopo il rifornimento di metano.

Le auto a metano costano più di quelle “convenzionali”

FALSO. Le auto a metano hanno prezzi simili a quelli di una vettura diesel o a benzina e i prezzi del carburante sono sensibilmente più bassi. Un’auto a metano consente di risparmiare il 30% rispetto ad un veicolo diesel e il 55% rispetto ad un modello a benzina.

Sulle auto a metano bisogna cambiare più spesso le candele e i filtri

FALSO. L’unica differenza è che prima di ogni revisione occorre verificare la tenuta del sistema a metano e ogni quattro anni bisogna affidarsi a un meccanico esperto per controllare visivamente le condizioni dei serbatoi.