Videogame

Gran Turismo Sport, arriva il settimo capitolo

Il simulatore di corse più famoso al mondo arriva su PS4 a fine anno

di Francesco Neri -

Chi non conosce Gran Turismo? Chi di noi, condannati di automobili, non ha mai speso ore, giorni, settimane alla PlayStation con le Nissan Skyline, con la Suzuki Escudo, oppure con la Castrol Supra.
In effetti, GT è più che un videogioco, è un’icona: un’enciclopedia per i nerd di automobili che ha segnato ben più di una generazione di giocatori.
Purtroppo, però, il lunghissimi tempi di attesa tra un capitolo e l’altro e la mancanza di innovazione degli ultimi titoli ha fatto perdere un po’ di magia alla saga.
Per questo con l’annuncio dell’arrivo del settimo capitolo a fine anno (probabilmente a Novembre), l’aspettativa è alta.

UN PO’ DI NUMERI

Vediamo insieme le novità di questo nuovo capitolo di Gran Turismo. Partiamo con una brutta notizia. Se GT è sempre stato forte nel parco auto, sempre più vasto e variegato (a volte davvero immenso), questo nuovo capitolo vanterà “solo” 137 auto. Il motivo è semplice: gli ultimi due capitoli vantavano tantissime vetture, ma poche sviluppate completamente da zero e con la grafica new gen, mentre la maggior parte delle altre era semplicemente “riciclata” dai capitoli precedenti, e la differenza si vedeva eccome. Queste nuove auto invece sembrano essere “super premium”, con tanto di foto e video annessi ad ogni singola vettura (quando ci si trova nel garage virtuale) e una riproduzione maniacale anche degli interni. Qualità prima di quantità, dunque. E comunque nel parco auto ci saranno Ferrari, Porsche e Lamborghini, quindi questo ci consola. Confermata anche la modalità Rally e i danni fisici durante le collisioni anche se, per ora, non abbiamo potuto vederle con i nostri occhi.
Particolare attenzione invece è stata riposta nel riprodurre i rumori delle auto, il suono del motore e gli scoppiettii in rilascio. Il comparti sound infatti era uno di quelli più trascurati e “finiti” nei capitoli precedenti.
Per quanto riguarda la sezione “parco giochi”, invece, troviamo 19 scenari per un totale di 27 tracciati, nuovi e vecchi (c’è il Nurburgring, non vi preoccupate), e una spaventosa quantità di location per poter scattare foto alle vostre vetture preferite (si parla di più di 1000 location).

SPORT, PRIMA DI TUTTO

L’online sarà un comparto molto importante per questo nuovo capitolo, con tanto di tornei che poi si trasformeranno in competizioni nel mondo reale (ricordiamo che Gran Turismo ha ideato anche una GT Academy). Naturalmente la modalità carriera, il cuore pulsante di GT, non manca, così come le lezioni di guida e le prove da affrontare (le famose “patenti”).
Per quanto riguardala fisica di gioco, non abbiamo ancora avuto modo di provare il nuovo capitolo con le nostre mani, ma sembra che GT mantenga circa lo stesso modello di guida dei precedenti, seppur affinato.
Non vediamo l’ora di mettere le mani sul gioco finale e di scoprire se questo capitolo di GT sarà in grado di risollevare la saga e di riportarla in cima alla classifica dei migliori giochi di guida. Non ci resta che aspettare