Videogame

Racing games – Guida all’acquisto

Siete dei gamer neofiti e non sapete quale gioco comprare? Ecco la nostra guida

di Francesco Neri -

Non vedete l’ora di perdere la vista davanti ad un videogioco di corse, ma non sapete quale scegliere? Reputatevi fortunati, perché avrete solo il lussuoso imbarazzo della scelta. I racing games disponibili sul mercato in questo periodo sono moltissimi e tutti validi: il difficile è capire che tipo di gioco fa per voi, e da questo dipende anche dal fatto se avete una postazione di guida (o un semplice volante legato più o meno saldo ad un tavolino) o se avete un comunissimo pad.
Abbiamo diviso i giochi in due gruppi: arcade e simulazione, anche se parecchi di questi sono un giusto compromesso tra le due categorie.

SIMULAZIONE

ASSETTO CORSA (PC, XBOX, PS4) 100%

Se cercate la simulazione per eccellenza, Assetto Corsa è il gioco che fa per voi. Va detto subito: senza il volante Assetto Corsa perde tutto il suo senso. In primis perché è difficilissimo da giocare e vi stuferete in fretta, secondo perché, come ogni simulazione che si rispetti, richiede la precisione di guida che solo un volante può dare. La fisica delle auto è realizzata con cura maniacale, così come i circuiti, riprodotti alla perfezione tramite un sistema di laser-scanning. Fantascienza. Adatto ai veri nerd della guida e della simulazione, siete avvisati.

PROJECT CARS 2 90%

Project Cars 2 è un gioco encomiabile: mai nessuno nella storia è riuscito a rendere un gioco dall’impronta fortemente simulativa così apprezzabile e giocabile da tutti. Anche in questo caso, il volante è – quasi – d’obbligo. La fisica delle auto non è perfetta come quella di Assetto Corsa, ma ci va molto vicino, e in più offre una campagna solida e una quantità di piste e di auto di gran lunga maggiore. Ci sono pure le vetture da rally, i circuiti offroad e i Go-Kart. È un gioco davvero ben fatto e simulativo, però se non siete dei patiti del genere, anche in questo caso, forse è meglio cercare altrove.

FORZA MOTORSPORT 7 (XBOXONE) 70%

Forza Motorsport 7 è il vero antagonista di Gran Turismo. Ha un parco auto abnorme (700 vetture), una mole di contenuti pazzesca, meteo variabile, pioggia, passaggio tra giorno e la notte e una grafica in 4K. La campagna offline è lunga e ben strutturata, oltre che molto varia. È un gioco adatto sia ai neofiti, sia agli amanti della simulazione. Diciamo che l’impostazione delle gare è piuttosto arcade: pochi giri per ogni gara, niente qualifiche, carte bonus applicabili; insomma un gioco avvincente ma non iper-realistico. Ottimo invece il modello di guida: curato, realistico, godibilissimo con il pad e molto valido anche con il volante. Insomma Forza 7 è una garanzia, e se avete una XBOX non potete lasciarvelo scappare. Qualsiasi tipo di giocatore voi siate.

DIRT4 (PC, XBOX, PS4) 80%

Dirt4 si merita un 100% di simulazione per quanto riguarda la guida, questo è poco ma sicuro. Pad alla mano e volante ben saldo il gioco è semplicemente meraviglioso. Gli stage sono curati benissimo, così come il grip delle auto su ogni tipo di terreno, e ancora i sound, la fisica, il senso di velocità. Tutto è come dev’essere. Purtroppo però è un gioco senza licenze, quindi non ci sono le tappe del Mondiale Rally WRC e di conseguenza nemmeno le vetture ufficiali. Peccato, perché sarebbe stata la vera ciliegina sulla torta. Ma in compenso c’è un “generatore automatico” di special stage che crea al momento tappe sempre nuove: una trovata geniale. C’è pure il Rally cross, per non farci mancare niente. Insomma se amate il rally, non rimarrete delusi in nessun modo, sia che siate dei fanatici (con il volante è strepitoso), sia che siate dei giocatori occasionali.

ARCADE

WRC7 (PC, PS4, XBOX) 80%

WRC7 al contrario di Dirt4 ha le licenze ufficiali, con le auto ufficiali e tutti gli stage che noi patiti dei rally amiamo tanto. Ma ha un modello di guida decisamente più arcade. Con il pad si gioca bene e la fisica è tutto sommato credibile, ma le reazioni delle auto rimangono tuttavia molto semplificate, cosa che con il volante si nota ancora di più.
Questo non fa di lui un cattivo gioco, anzi, WRC7 è ottimo sotto tutti i punti di vista e probabilmente è quello che riesce a soddisfare meglio ogni genere di giocatore. Anche se, forse, quello meno impallinato con la simulazione lo apprezzerà di più.

NEED FOR SPEED PAYBACK (PC, XBOX, PS4) 100%

Pochi giochi sono frenetici e spettacolari quanto Need For Speed. Questo nuovo capitolo si arricchisce una trama hollywoodiana, di un grande numero di vetture e di una quantità di gare e sfide notevole. Il modello di guida lo definirei “super-arcade”: si possono affrontare le curve a 200 km/h di traverso con qualsiasi mezzo, controllando facilmente la derapata, quasi con una mano sola. Inutile dire che il volante è superfluo, e il pad in questo caso la fa da padrone.
Ciò non toglie che Need For Speed Payback sia un gioco molto divertente, che incolla allo schermo e che soddisfa la vostra voglia di velocità. Chiaramente, se siete degli appassionati di corse e di guida precisa, non è il gioco che fa per voi.

FORZA HORIZON 3 (XBOX) 70%

Lo spin-off di Forza Motorsport è diventato ben presto un colosso. Il motivo è semplice: Forza Horizon 3 è riuscito a proporre la dinamica di guida – leggermente semplificata – di Forza in un gioco arcade vastissimo, splendidamente realizzato e ricco di contenuti. Guidare le nostre auto preferite in un mondo aperto e ricco di strade, stradine e sterrati è forse il sogno più grande di ogni patito di auto. Il punti forti sono senza dubbio la quantità di auto e il modello di guida molto credibile. Anche qui, del volante si può tranquillamente fare a meno. E il divertimento è altissimo, credetemi.

F12017 (PC, PS4, XBOX) 60%

Forse F12017 è uno dei migliori titoli della sua saga. In questo caso troviamo un gioco con un modello di guida molto bilanciato tra arcade e simulazione, con una fisica delle vetture azzeccata ma semplificata quanto basta per renderlo godibile sia dai meno esperti che dai più pretenziosi.
Con il pad si gioca molto bene, anche se si riesce ad essere poco precisi nelle traiettorie (le Formula1 sono dei bisturi), quindi bisogna prendere un po’ la mano con le levette analogiche. Con il volante la situazione migliora notevolmente, ma non è tuttavia indispensabile per apprezzare il gioco. Le piste del mondiale ci sono tutte e il parco auto include anche molte monoposto del passato (con sfide e gare dedicate). Il comparto tecnico è ottimo, anche se la grafica non fa strabuzzare gli occhi come ci si aspetterebbe; in ogni caso, F12017 è forse quello che più di ogni altro incontra i giusti di tutti i tipi di giocatori.