Moto

Dramma al Sic Supermoto Day 2013: morto Doriano Romboni

di Francesco Irace -

Come il Sic e nel giorno in cui si ricordava il Sic. E’ morto così Doriano Romboni, aggrappato alla sua moto e poi investito.

E’ successo a Latina durante il Sic Supermoto Day 2013, evento dedicato a Marco Simoncelli in programma ogni anno presso il circuito “Il Sagittario” di Latina.

L’ex pilota e attuale direttore sportivo del Team Puccetti Racing ha perso la vita nella curva 12. E’ sbandato, non ha mollato la moto ed è stato investito da un incolpevole Gianluca Vizziello (ora sotto shock) mentre si svolgeva la seconda sessione di prove libere.

Le sue condizioni sono apparse subito gravissime; i primi a fermarsi sono stati Max Biaggi e Guido Meda. Soccorso immediatamente dai medici presenti sul circuito, che hanno praticato un lungo massaggio cardiaco, è stato poi intubato e trasportato all’Ospedale Santa Maria Goretti di Latina in elicottero.

Il coma indotto e l’operazione chirurgica finalizzata a ridurre il grosso ematoma celebrale formatosi in seguito al forte impatto, non sono serviti a salvare il giovane dal tragico destino.  

Doriano Romboni, la Carriera

Doriano Romboni è nato a Lerici l’8 dicembre 1968. Ha gareggiato nella classe 125 del motomondiale e nella 250 in sella alla Honda. Poi è passato all’Aprilia nella classe 500. La sua prima vittoria la ottenne nel GP di Germania del 1990. Ha ottenuto 11 vittorie.

Dal 1999 al 2004 è passato al campionato mondiale Superbike disputando in totale 12 gare senza raggiungere mai il podio.

Nel 2003 dopo uno stop di 3 anni, è tornato alle corse con il team Giesse Racing che lo schiera nel campionato Italiano Superbike, nel 2004 con lo stesso team oltre al campionato italiano prende parte anche a due prove del campionato mondiale Superbike. Dal 2012 è stato il nuovo direttore sportivo del team Puccetti Racing Kawasaki.