Moto

Honda leader del mercato moto 2012

di Francesco Irace -

Il 2012 non è stato un anno facile per le due ruote (e nemmeno per le quattro ruote).

Ciononostante in un mercato caratterizzato da una flessione di quasi il 20% rispetto al 2011, il risultato raggiunto da Honda è di assoluto rilievo.

Il marchio giapponese ha visto crescere fino al 24% (+4,8% rispetto al 2011) la propria quota tra gli scooter e al 16,4% quella tra le moto (+3,6%).

In crescita anche il risultato del solo mese di dicembre, che con una quota complessiva di Honda del 25,2% proietta un promettente inizio del 2013.

Un’azzeccata strategia aziendale

Una performance più che soddisfacente, dunque, soprattutto se si considera il contesto economico (generale) in cui versa il nostro Paese, ed in particolare il panorama dei veicoli a motore. Il successo però non è frutto della sorte, ovviamente.

È piuttosto da attribuire alla azzeccata strategia aziendale che Honda ha portato avanti negli ultimi mesi: offrire prodotti ad un prezzo molto competitivo che rispondono perfettamente alle esigenze del motociclista/scooterista tipo di ultima generazione.

Un esempio? La Honda NC700X: un’enduro stradale – segmento più apprezzato nel settore moto – ben fatta, economica, potente quanto basta, affidabile e perfetta per un uso a 360 gradi. Non è certo un caso che nel giro di pochi mesi sia stata immatricolata in ben 2.077 esemplari (seconda solo alla regina del mercato BMW R 1200 GS).

Ed è su questa strada che Honda ha intenzione di proseguire il suo cammino, proponendo per il 2013 le nuove 500 (una tourer, una naked ed una sportiva) viste recentemente ad Eicma 2012.

Ma torniamo al 2012 e ai risultati legati alle singole moto/scooter del marchio.

NC700X a parte, è stata come sempre apprezzata anche la Hornet, con 1.746 unità vendute. Così come il nuovo Crosstourer, la ‘adventure-sports’ con motore V4, arrivata nei concessionari a marzo, che ha totalizzato 751 unità.

Il successo della gamma scooter

Il re della gamma Honda è il nuovo SH125/150i ABS, arrivato a settembre e subito in testa alle preferenze degli utenti italiani con una progressione delle vendite che, nella sola cilindrata di 150cc, è arrivato a sfiorare la vetta assoluta della classifica scooter.

Ovviamente ciò significa che l’intera gamma SH, che nelle tre cilindrate 125, 150 e 300cc ha totalizzato 22.219 unità immatricolate, domina letteralmente il mercato.

Ma è tutta la gamma degli automatici Honda ad aver amplificato il successo degli scooter della Casa dell’Ala, con ottimi risultati anche per il PCX, da quest’anno anche nella cilindrata 150cc, per il Vision110, e per il tecnologico Integra, il ‘moto-scooter’ arrivato nelle concessionarie a marzo e che, con 2.530 unità immatricolate (secondo tra i maxi-scooter) ha contribuito a diffondere con decisione la cultura del cambio sequenziale a doppia frizione, sempre più amato da chi con lungimiranza lo ha scelto per la propria due ruote.

Merita infine di essere citata l’ottima risposta del pubblico nei confronti del Vision50, che ha segnato il ritorno di Honda nel segmento dei ‘cinquantini’. A dicembre ha sfiorato la vetta delle vendite, ma è comunque primo se si considerano i soli 4T, e nel conteggio complessivo sul 2012 è sul podio a ridosso dei primi.