Moto News

Motodays 2016, Davide Giugliano presente all’evento

Il pilota romano sarà al taglio del nastro giovedì 3 marzo

Davide Giugliano, pilota ufficiale Ducati impegnato in Superbike, sarà al taglio del nastro di Motodays 2016, giovedì 3 marzo, e tornerà nei padiglioni di Fiera Roma anche per tutta la giornata di sabato. 

Davide Giugliano inaugura Motodays 2016

Il pilota romano si accinge a inaugurare l’ottava edizione dei “Giorni della Moto”, dove non è mai mancato: da visitatore e appassionato i primi anni, da ospite e testimonial da quando è approdato sul palcoscenico internazionale del motociclismo.

Quest’anno al 3 al 6 marzo infatti, nei padiglioni di Fiera Roma si svolgerà anche la mostra fotografica “34” dedicata a Davide Giugliano e realizzata dai fotografi Otto Moretti e Fabrizio Porrozzi.

Davide Giugliano, romano, 26 anni, è l’alfiere della Ducati nel campionato del Mondo Superbike e nel 2011 è stato campione della Superstock 1000 FIM Cup, la coppa del mondo per le moto derivate dalla serie.

Otto Moretti, da Parma si racconta così: “La passione per la fotografia inizia all’età di 13 anni, quando mi venne regalata una vecchia (allora nuova, siamo nel 1967…) Kodak Fiesta. Macchina a pellicola formato 127. Un unico tempo di scatto e tanta plastica. Da quel giorno ho iniziato a scattare,  sbagliare , sviluppare  negativi e a stampare le prime foto. Pochi anni e inizio le prime collaborazioni con piccole testate della mia città. In questo modo ha avuto inizio la mia personale ‘avventura’.

“Oggi, con soddisfazione, mi ritrovo fotografo professionista, affiliato NPS con ‘permanent pass’ per il Campionato Mondiale Superbike e pass ‘one event’ per le gare del Campionato Mondiale MotoGP ed altri eventi sportivi. Oggi la piccola Kodak ha lasciato spazio alle mie insostituibili Nikon”.

Fabrizio Porrozzi, romano, si avvicina sin da giovanissimo alla fotografia, prima per passione e, poco dopo, rendendola la propria professione. La sua carriera inizia nel 1980 come archivista fotografico per la rivista sportiva “La Moto”, per divenirne successivamente assistente fotografo. Nello stesso anno e sempre per la medesima rivista, il suo primo lavoro in pista, il Gran Premio delle Nazioni ad Imola. Dal 1980 in poi, da quella sua prima esperienza in MotoGP, la fotografia di gare motoristiche mondiali diverrà parte integrante e filone privilegiato della sua vita professionale.

Fotografa la prima gara del mondiale Superbike nel 1989 a Donington. Da quella stagione ha sempre seguito il Mondiale delle derivate di serie, sino a divenirne, dal 2006 ad 2014, il fotografo ufficiale.