Moto News

Vespa Sei Giorni, ritorno al passato

Una versione speciale che fa rivivere un modello leggendario del Brand

Vespa Sei Giorni è una nuova versione speciale prodotta in edizione numerata, erede dell’originale e omonima Vespa Sport “Sei Giorni” realizzata appositamente per la massacrante gara di regolarità “Sei Giorni Internazionale di Varese” del 1951, nella quale fu protagonista assoluto e sorprendente, conquistando 9 medaglie d’oro. È caratterizzata da una serie di particolari esclusivi e sarà disponibile da fine luglio al prezzo di 6.290 Euro f.c.

Sulla base della GTS

La nuova Vespa Sei Giorni nasce sulla base della GTS ed è abbinata alla motorizzazione da 300 cc Euro 4, il monocilindrico a 4 tempi, 4 valvole, raffreddato a liquido, a iniezione elettronica, capace di erogare una potenza di 21,2 CV a 7.750 giri e una coppia massima di 22 Nm a soli 5.000 giri. Si tratta di numeri che assicurano un’elevata prontezza nella risposta in accelerazione e in generale prestazioni brillanti.

Particolari esclusivi

Dal punto di vista estetico i richiami al passato sono caratterizzati dal faro basso sul parafango anteriore, dal manubrio col tubo metallico a vista, dal cupolino brunito, fino al portanumero nero ripreso dalla livrea delle Vespa della Squadra Corse degli anni ’50. Ma ci sono anche una sella dal look monoposto in doppio rivestimento e una targhetta “Special Edition” numerata.

Moderna e confortevole

Della GTS attuale, invece la nuova Sei Giorni mantiene invariata la comodità e la sicurezza. È, infatti, ampio il vano sottosella così come c’è tanto spazio per le gambe del guidatore. Di serie c’è inoltre la porta USB per ricaricare lo smartphone durante la marcia, luci a LED e ABS. Ampio, infine, il catalogo accessori da cui attingere per personalizzare ulteriormente la Vespa Sei Giorni.