• pubblicato il 01-10-2013
Eco

BMW i3 Vs Volkswagen e-Golf: l'elettrificazione secondo la ricetta tedesca

di Junio Gulinelli

Le due compatte a zero emissioni a confronto. I grandi marchi tedeschi si sfidano sull'elettrico e propongono due grandi prodotti che fanno ben sperare per il futuro della mobilità sostenibile.

La mobilità elettrica non è più il futuro, è il presente.

Le auto a emissioni zero sono ormai una realtà, e già da qualche anno hanno iniziato ad apparire sul mercato.

Ora, però, sono i grandi marchi che sfoderano le loro armi per una battaglia “verde” che, ormai, è ufficialmente iniziata.

Le firme tedesche, premium, si sono fatte attendere su questo campo, ma non per qualche strategia di marketing, se non per uno sviluppo approfondito, studiato e molto curato di questi prodotti che, già dalla loro presentazione, sembrano convincere davvero come alternative eco-sostenibile.

È valsa la pena attendere.

Due strategie diverse, due grandi prodotti

BMW contro Volkswagen, i3 contro e-Golf.

Sono questi i due fronti che si contenderanno, nei prossimi anni, il mercato di massa dell'elettrico.

Entrambe propongono un'offerta completa e affidabile, da parte loro ci mettono tutto l'impegno per contribuire ad un mondo “pulito”, ora bisognerà vedere come evolverà il discorso infrastrutture, al quale spetta il compito di rendere realmente e definitivamente possibile guidare un'auto elettrica quotidianamente.

Una, la BMW i3, è un prodotto tutto nuovo, creata da zero e sin dal suo “concepimento” pensata nel DNA come auto elettrica.

La seconda, la Volkswagen e-Golf, è una “mutazione ecologica” di un prodotto già esistente, e che prodotto....(è la compatta più venduta in Europa).

Due strategie, dunque, molto differenti ma che hanno portato alla creazione di due grandi elettriche, a livello europeo senza dubbio, ora, le più avanzate su questo campo.

BMW i3

Dopo quattro anni di sviluppo la nuova BMW i3 è stata presentata al Salone di Francoforte 2013 nella sua versione definitiva, così come la vedremo per le strade.

L'esito ottenuto è stato decisamente positivo, sia in termini di emozioni suscitate alla kermesse tedesca – è stata la vera e propria reginetta della rassegna – sia in termini di risposta del mercato – sono infatti state moltissime le richieste di prova da parte di potenziali clienti (100.000 già prima di Francoforte 2013).

Dimensioni

La vettura elettrica bavarese – la prima della gamma BMW "i" – è lunga 3,99 m, larga 1,77 m e alta 1,57 m. Il design innovativo esprime con autenticità sia la tipica eleganza e sportività delle vetture BMW che l'efficienza offerta dai quattro posti che offre.

Dentro, infatti, la sensazione che si ha è di spazi sufficienti sia davanti che dietro per i passeggeri.

L'abitacolo è realizzato in CFRP, materiale leggero composto tra le altre cose da fibra di carbonio, grazie al quale il peso complessivo della vettura è stato ridotto al minimo (1.195 kg).

Prestazioni e autonomia

Sotto il cofano c'è un motore elettrico da 125 kW (170 CV)e una coppia massima di 250 Nm. Le prestazioni sono molto elevate: BMW i3 impiegherà 7,2 secondi per raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo, arrivando a toccare i 150 km/h di velocità massima.

Per quanto riguarda l'autonomia, la BMW i3 sarà in grado di percorrere con una ricarica completa delle batterie tra i 130 e i 160 km. Con la modalità ECO PRO si potrà poi estendere ulteriormente questa autonomia di altri 20 km, viaggiando naturalmente ad andature più lente.

Inoltre, per i più pignoli, è previsto un Range Extender, ovvero un bicilindrico a benzina da 650 cc e 34 CV con funzione di generatore per estendere l'autonomia della i3 fino a 300 km.

Alta qualità, tencica di prim'ordine e tecnologia avanzata

Elettrica si, ma sempre Premium. A partire dalle soluzioni tecniche. Il reparto sospensioni monterà una McPherson all'anteriore, mentre per le ruote posteriori è stato scelto uno schema multibraccio composto da cinque articolazioni.

La plancia è costruita in magnesio e rivestita in legno di Eucalipto eco sostenibile con un ulteriore risparmio di peso del 20%.

Tante le combinazioni pregiate disponibili per i rivestimenti interni (dal legno alla lana). Ma tanta anche latecnologia adottata: non poteva mancare un sistema di infotainment dotato di schermo touch screen e Sim integrata per il collegamento adInternet.

Prezzo: da 36.200 euro

Tre gli allestimenti: Loft, Lodgee, Suite. La dotazione di serie prevede tra le altre cose l'impianto Radio Professional con iDrive, il vivavoce Bluetooth, il climatizzatore manuale e i sensori di parcheggio.

La BMW i3 sarà in vendita sul mercato italiano a partire da 36.200 euro.

Volkswagen e-Golf

La e-Golf sarà la seconda elettrica di Casa Volkswagen ad essere lanciata sul mercato, dopo la piccola city car e-Up!. Dovrebbe arrivare il prossimo anno, il prezzo ancora non è stato rivelato ma non dovrebbe discostarsi di molto da quello della rivale BMW i3.

Dimensioni

La base della e-Golf è quella della settima generazione, pertanto utilizza la piattaforma modulare MQB e condivide con la sorella a combustibile gran parte dei componenti.

Le dimensioni, pertanto, rimangono invariate: 4,25 metri in lunghezza, 1,45 in altezza e 1,79 in larghezza. Decisamente più lunga rispetto all'elettrica di monaco, ma più bassa e solo poco più larga.

Prestazioni e autonomia

Il motore elettrico, che aziona il treno anteriore, ha una potenza di 116 CV e 270 Nm (costante a partire da 0 giri) e il peso complessivo della vettura è di 1.510 kg di cui 318 kg appartengono tutti alle batterie.



Per quanto riguarda le prestazioni la velocità massima della Volkswagen e-Golf è autolimitata (per garantire un'autonomia soddisfacente) a 140 km/h, mentre l'accelerazione da 0 a 100 km/h dichiarata avviene in 10,4 secondi.


Il pack di batterie agli ioni di litio dispone di una capacità di 24,2 kWh. Questi accumulatori sono situati in una posizione intermedia sotto i sedili anteriori e posteriori.
Con queste batterie al pieno della ricarica la firma annuncia un'autonomia che può arrivare fino a 190 km.


I tempi di ricarica ancora rimangono sconosciuti, la Casa ha annunciato solamente che in circa mezz'ora si potranno ricaricare le batterie all'80% attraverso un punto di ricarica speciale.
In quanto a consumi di energia, come dato ufficiale è stato anticipato il seguente, 12,7 kWh/100 km.

Un punto forte: l'Aerodinamica 


L'aerodinamica è un altro degli aspetti con cui Volkswagen ha lavorato a fondo per la e-Golf che vanta un coefficiente Cx pari a 0,281.


Due sono le modalità di guida che si possono scegliere: Eco ed Eco+ con i quali varia il grado di efficienza, così come ci sono quattro livelli di intensità nel processo di frenata rigenerativa (D1, D2, D3, D4), il che significa che il guidatore può decidere in ogni momento la quantità di energia che viene accumulata ogni volta che si tocca il pedale del freno.

Per quanto riguarda il capitolo equipaggiamento troviamo fari a LED per i gruppi ottici anteriori e posteriori, un moderno sistema si navigazione e climatizzatore.
Di serie, inoltre, la e-Golf sarà offerta con pneumatici a bassa resistenza al rotolamento da 205/55 R16.

BMW i3 Vs Volkswagen e-Golf: l'elettrificazione secondo la ricetta tedesca

L'opinione dei lettori