• pubblicato il 13-11-2012
Eco

Honda Commuter Micro: debutta in giappone la mini urban car a emissioni zero

Per ora verrà commercializzata solo in Giappone ma se dovesse arrivare in Europa potrebbe insidiare la piccola elettrica della Losanga.

Potrebbe durare ancora poco l'egemonia della Renault Twizy, l'esclusiva mini city car elettrica della Losanga, se Honda dovesse decidere di portare anche in Europa la sua nuova Commuter Micro, un'altra “zero emissioni” di dimensioni ridotte, a metà tra una mini car e un maxi scooter (a tal proposito, andate a vedere la fotogallery delle novità Honda a EICMA 2012).

Appena passata dalla fase di concept alla produzione in serie, la Honda Commuter Micro verrà, almeno per ora, proposta solo in Giappone a partire dal prossimo anno. (Il primo prototipo era stato presentato los corso anno al Salone di Tokyo 2011).

Le dimensioni

Lunga appena 2.50 metri, larga 1.25 metri ed alta 1.45 metri risulta appena più grande della Twizy e può ospitare anche due passeggeri (bambini) dietro al sedile del guidatore.

Una caratteristica degna di nota riguarda la strumentazione della Commuter Micro, semplicemente composta da un tablet estraibile.

Rispetto alla piccola elettrica francese, poi, la Commuter Micro ha una carrozzeria completamente coperta e, dunque, chi guida è meno esposto alle intemperie.

Tra l'altro sembra che la piattaforma su cui si basa verrà utilizzata dalla Casa nipponica per produrre nei prossimi anni tutta una nuova famiglia di piccole elettriche.

Solo un'ora per la ricarica

Ad alimentarla c'è un motore elettrico da 15 KW (circa 20 CV) con il quale riesce a raggiungere una velocità massima di 80 km/h.

Le batterie agli ioni di litio le permetterebbero un'autonomia fino ad un massimo di circa 60 km (non si sa però se il dato si riferisca allo stesso ciclo di omologazione della Twizy) con una ricarica, per la quale, sembra ci voglia soltanto un'ora.

Honda Commuter Micro: debutta in giappone la mini urban car a emissioni zero

L'opinione dei lettori