Nissan
  • pubblicato il 25-08-2015
Eco

Nissan e Foster+Partners progettano la “stazione di servizio del futuro”

Il concept si baserà su un'idea di società fondata sulle zero emissioni, su comunità interconnesse tra loro, sulla Guida Autonoma e su luoghi e oggetti collegati alla Rete

Nissan guarda al futuro e annuncia la collaborazione con il celebre studio di architettura Foster + Partners per la progettazione e lo sviluppo della stazione di servizio del futuro.

L'iniziativa accomuna due marchi che sono conosciuti ovunque per la capacità di sfidare le convenzioni con soluzioni profondamente innovative.

Lo scopo è definire un nuovo modello di stazione di servizio capace di rispondere alle esigenze di un mondo in rapido cambiamento.

Leader indiscussa del mercato EV e forte della sua esperienza di progettazione, ingegnerizzazione e produzione di veicoli elettrici, Nissan è il soggetto ideale per definire la stazione di servizio del futuro, consapevole che si tratti di un'opportunità straordinaria per tessere nuovi rapporti e integrarsi con le realtà locali in modo innovativo: l'infrastruttura di rifornimento del futuro rappresenta potenzialmente un nuovo polo di servizi, ma anche di relazioni sociali per il mondo contemporaneo.

Di fronte alla domanda crescente di veicoli elettrici, la creazione di una rete di rifornimento innovativa e sostenibile diviene una necessità vitale.

Il concept si baserà su un'idea di società fondata sulle zero emissioni, su comunità interconnesse tra loro, sulla Guida Autonoma e su luoghi e oggetti collegati alla Rete.

Dimostrerà che un ecosistema EV smart offe numerosi vantaggi non solo in termini di mobilità, ma anche perché consente di sfruttare al massimo i sistemi di immagazzinamento dell’energia attraverso le batterie e le potenzialità del vehicle-to-grid.

Nissan e Foster+Partners progettano la “stazione di servizio del futuro”

L'opinione dei lettori