• pubblicato il 08-10-2015
Eco

Inaugurato il car sharing elettrico a Palermo con 24 Renault Zoe

di Francesco Irace

Il più importante car sharing elettrico del Sud Italia inaugurato con una flotta di vetture a zero emissioni del marchio francese

Con una flotta composta da 24 nuove Renault Zoe – vettura elettrica del marchio francese – Palermo inaugura il più importante car sharing a zero emissioni del Sud Italia. 

Si tratta di un’iniziativa che rientra nel progetto Demetra, predisposto da Amat d’intesa con il Comune di Palermo, finalizzata alla creazione di una mobilità condivisa che tuteli l’ambiente.

Oltre alle auto (102 a metano e 24 elettriche) si prevedono, tra le altre cose, 400 biciclette a pedalata muscolare, 20 biciclette a pedalata assistita e 10 scooter elettrici.

“L’avvio del car sharing elettrico – ha dichiarato Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo – rappresenta la sintesi perfetta di quello che la Giunta comunale ha delineato come piano di intervento e metodologia con il Paese, il Piano per la sostenibilità energetica e la vivibilità di Palermo”.

Le 610.000 auto che si muovono ogni giorno a Palermo sono da considerasi un numero insostenibile per la salvaguardia dell’ambiente di una delle città più importanti del Sud Italia, caratterizzata da un patrimonio storico-culturale di notevole importanza. 

I vantaggi del car sharing elettrico?

Il primo vantaggio del car sharing elettrico riguarda l’utilizzo di un’auto pienamente eco-sostenibile, a zero emissioni, come la Renault Zoe.

Ma c’è anche un vantaggio economico e non solo “ambientale”. Il car sharing elettrico ha un costo di 40 centesimi al km: meno dunque di un’auto privata o di un noleggio a lungo termine.

E infine con la Zoe è possibile circolare senza alcuna restrizione anche nelle zone a traffico limitato del centro della città. Le 24 auto elettriche che Renault ha messo a disposizione ogni giorno assicureranno il servizio e sosteranno in 5 parcheggi in piazza Massimo, Piazzale Ungheria, Via Malta, Piazza Ignazio Florio e Viale della Libertà.

Più avanti verranno attivati anche i parcheggi della Stazione Notarbartolo, del Porto e di Piazza Europa. 16 sono per il momento le stazioni di ricarica fornite da Enel collocate nei punti più strategici della città. 

Con Renault ZOE nel patrimonio dell’UNESCO di Palermo

Attraversare il percorso proclamato due mesi fa dall’Unesco patrimonio dell’Umanità – da Palazzo Reale alla Cappella Palatina, passando da San Giovanni degli Eremiti alla Chiesa della Martorana, da San Cataldo alla Zisa fino alla Cattedrale di Palermo e al Duomo di Cefalù e Monreale – ammirando le bellezze di Palermo nella consapevolezza di rispettare come meglio non si può l’ambiente circostante è suggestivamente appagante.

Tutte le Zoe sono equipaggiate con la tecnologia necessaria per l’utilizzo da parte del socio car sharing che utilizzerà la medesima smart card per la prenotazione delle auto termiche già in flotta e degli altri mezzi disponibili (bici e scooter). Renault Zoe è un’auto compatta, agile e molto spaziosa.

Assicura la giusta potenza e vanta un’autonomia di circa 120-150 km, e in 1 ora ricarica l’80% delle batterie presso le colonnine a 22 kW. Insomma il mezzo ideale per girare in città senza arrecare danni all’ambiente.

Berbard Chretien, Direttore Generale di Renault Italia

«Noi di Renault siamo fieri di questo servizio di car sharing. Puntare sulla mobilità elettrica significa anche contribuire a salvaguardare lo straordinario patrimonio artistico-culturale italiano, di cui Palermo, con il suo percorso arabo-normanno dichiarato recentemente patrimonio dell’Unesco, è un ottimo esempio.

+Esprimo la mia gratitudine al Comune di Palermo e ad Amat per la fiducia che hanno riposto nella nostra auto a zero emissioni - ha dichiarato Bernard Chrétien, Direttore Generale di Renault Italia -. Questa iniziativa che inauguriamo oggi rappresenta per noi un esempio positivo e Palermo costituisce un modello di riferimento nel panorama italiano».

Inaugurato il car sharing elettrico a Palermo con 24 Renault Zoe

L'opinione dei lettori