• pubblicato il 24-06-2015
Eco

Toyota i-Road

di Francesco Neri

Abbiamo provato in prima persona l' i-Road, il veicolo elettrico a tre ruote costruito da Toyota pensato per una migliore integrazione tra trasporto pubblico e mobilità individuale.

Toyota ha sempre dedicato gran parte delle sue energie e risorse allo studio delle tecnologie ibride e delle possibili soluzioni per quanto riguarda la mobilità sostenibile.

Non stiamo parlando solo di abbattimento delle emissioni di CO2, ma di soluzioni in grado di migliorare il trasporto in città, sempre più caotico, di ridurre lo stress da traffico e di migliorare la qualità dell’aria.

Per questo siamo andati nella città di Grenoble, in Francia, per toccare con mano il progetto i-Road, l’idea di Toyota di mobilità urbana.

L’ i-Road è un veicolo elettrico a tre ruote pensato per essere agile nel traffico della città e nei parcheggi. Le sue due ruote anteriori sono alimentate da due piccoli motori elettrici, e non sono incaricate di far sterzare l’auto, bensì di farla piegare. La i-Road, infatti, sterza grazie alla sua ruota posteriore e si piega in curva come se fosse una moto.

Dopo un training in un parcheggio con i birilli, abbiamo fatto un giro per la città per avere un assaggio delle sue potenzialità. Nel traffico è agile, non è molto più grande di una moto, è più piccola di una Twizy e i due motori elettrici sono sufficienti a fornire un buono scatto fino alla velocità massima limitata a 45 kmh.

Il beneficio più grande deriva dal fatto di avere la ruota posteriore sterzante: grazie a questa soluzione si può sterzare e parcheggiare in spazi davvero ristretti, o chiudere le curve senza dover impostare una traiettoria più larga, tipica di un veicolo con le ruote anteriori sterzanti. Il fatto che l’auto si pieghi in curva a seconda della velocità e dell’angolo di sterzo la rende persino divertente.

Per chi invece volesse qualcosa di più “tradizionale”, può optare per il COMS, un veicolo elettrico poco più grande dell’i-Road dotato di quattro ruote.

Questi veicoli non sono in vendita, ma Toyota, grazie alla collaborazione della città di Grenoble, di EDF (azienda di fornitura elettrica francesce) e dell’azienda di Car Sharing CitèLib, è riuscita a fornire un sevizio direntingche dispone di ben 70 veicoli elettrici, di cui metà i-Road e metà COMS.

Tramite un sistema di Data Management e un’app scaricabile sul proprio smartphone è possibile visualizzare quanti veicoli sono disponibili e in quale stazione, prenotare e pagare. Il funzionamento è semplice, basta passare una tessera sulla colonnina elettrica, staccare la spina, accendere la macchina e partire. Quando si arriva alla stazione di destinazione, basta ricollegare il veicolo alla presa di corrente e passare la tessera.

Il costo del noleggio varia a seconda del minutaggio di utilizzo del veicolo, e privilegia soprattutto gli spostamenti più brevi: 3 euro da 0 a 15 minuti, 5 euro da 15 a 30, 6 euro da 30 a 45, 7 euro da 45 a 60: per 2 ore si pagano 11 euro e per 4 ore 19 euro. Per chi possiede un abbonamento annuale ai trasporti pubblici sono previsti degli sconti significativi.

Toyota i-Road

L'opinione dei lettori