• pubblicato il 04-07-2013
Eco

Toyota Prius supera il traguardo di 3 milioni di unità vendute

Toyota forte di questo successo continuerà ad investire fortemente nell'attività di Ricerca & Sviluppo

Il successo delle vetture ibride cresce a vista d'occhio. Toyota ha difatti annunciato che ad oggi le vendite della Prius, veicolo ibrido più conosciuto al mondo, hanno tagliato il traguardo di 3 milioni di unità.

Numeri importanti, che spronano il marchio giapponese a continuare a investire nella ricerca e sviluppo, puntando all'ulteriore evoluzione della tecnologia ibrida per permettere al mondo intero di avvicinarsi all'obiettivo di una crescita completamente sostenibile.

I prossimi investimenti di Toyota

Nel corso dell'anno fiscale che terminerà a marzo 2014, Toyota prevede un investimento consolidato di 890 miliardi di Yen destinato allo sviluppo di tecnologie eco-friendly e alla realizzazione di nuove componenti. Nello stesso periodo Toyota ha inoltre pianificato una spesa consolidata di 910 miliardi di Yen (un incremento annuo del 7%).

Gli investimenti includono la costruzione a Toyota City di una nuova struttura R&D (651 ettari) e di un impianto di ‘Powertrain Development and Production Engineering' (un'area totale di 100.000 m2).

La struttura diventerà il centro nevralgico per lo sviluppo di trasmissioni all'avanguardia, da affiancare al Laboratorio di Aerodinamica del Centro Tecnico di Honsha, la cui galleria del vento è capace di generare raffiche fino a 250 km/h.

Tra gli investimenti previsti figurano anche quelli da parte di altre società controllate da Toyota, tra cui quello della Primearth EV Energy Co., Ltd. (PEVE) destinato al potenziamento della produzione di batterie presso l'impianto Omori di Kosai, nella prefettura di Shizuoka.

La prima Prius nel 1997

Nel 1997 nasceva la Toyota Prius, il primo veicolo ibrido al mondo destinato alla produzione in serie – con il quale Toyota ha dettato le basi per l'adozione dell'ibrido come tecnologia fondamentale per lo sviluppo di veicoli ecologici.

La seconda e terza generazione del modello sono state lanciate rispettivamente nel 2003 e nel 2009. Con la più recente evoluzione di questo straordinario veicolo, Toyota è riuscita a ridurre di due terzi il costo del sistema ibrido e ad abbassare il livello delle emissioni di CO2, scese dai 114 g/km iniziali agli 89 g/km attuali (misurati in base al ciclo combinato europeo).

La nuova Prius è stata inoltre oggetto di uno sviluppo tecnologico incredibile. Ben 1.261 sono state le richieste di brevetto per componenti che hanno poi equipaggiato la vettura, rendendola degna del suo nome.

Toyota Prius supera il traguardo di 3 milioni di unità vendute

L'opinione dei lettori