intel
  • pubblicato il 03-08-2011

L’antifurto cloud di Intel: l’auto parla al proprietario con lo smartphone

L’auto parla al proprietario con lo smartphone

Arriverà presto da Intel la nuova tecnologia per la comunicazione tra auto e proprietario attraverso lo smartphone. Esistono già delle applicazioni simili ma la marcia in più di questa nuova tecnologia la da un piccolo processore collegato all’elettronica dell’auto.

Un processore Atom invia le informazioni

L’idea di Victor Lorenz, un ricercatore dei laboratori di Intel a Santa Clara in California, è di creare un sistema formato da un’applicazione mobile e un circuito con processore Atom installato a bordo del veicolo. Il processore elabora i dati dell’auto, si collega ad un server cloud e in caso di necessità invia le informazioni allo smartphone del proprietario. Quest’ultimo saprà in tempo reale, ad esempio, se gli rigano la macchina o la tamponano parcheggiando. Questo sistema di sicurezza monta anche delle telecamere di bordo, che inviano in streaming le immagini di tutto ciò che accade attorno all’auto. L’occhio vigile del proprietario sarà sempre al corrente di eventuali movimenti sospetti.

E l’auto si comanda a distanza

Il team di Intel sta preparando questa applicazione per sistemi operativi Android e per gli iPhone di Apple. Oltre a controllare l’auto, l’applicazione permetterà anche di dare comandi a distanza come ad esempio avviare il motore per riscaldarlo quando fa freddo, aprire le portiere o il portabagagli o ricevere in streaming le immagini riprese dalle telecamere. Per ora si tratta solo di un concept, vedremo se le Case automobilistiche ma soprattutto gli automobilisti saranno interessati a questo sistema di sicurezza forse un po’ complesso e costoso.

L’antifurto cloud di Intel: l’auto parla al proprietario con lo smartphone

L'opinione dei lettori