• pubblicato il 30-11-2014

Android Auto vs. CarPlay di Apple: Video confronto

di Stefano Valente

Voi quale preferireste avere a bordo? 

Grazie ad un video di uno youtuber dall'LA Auto Show possiamo dare un'occhiata ad un confronto diretto tra Android Auto e CarPlay, ovvero le due nuove interfacce che Google ed Apple hanno studiato per l'auto

La prova è stata eseguita sulla stessa auto, una Hunday Sonata (che supporta entrambe le interfacce), con due smartphone diversi: un Nexus 6 con Android 5.0 Lollipop e un iPhone 6 con iOS 8.0

Android Auto 

Iniziamo con Android Auto: basta collegare il telefono e l'auto riconosce subito il device, attivando sullo schermo la visuale del sistema operativo made in Google

La schermata iniziale ricorda molto Google Now, con diverse schede dedicate alle funzioni più utili per chi si trova alla guida, come traffico e meteo. È inoltre possibile ricevere e rispondere ai messaggi mentre arrivano, dettandoli magari con Google Now

Nella parte inferiore dello schermo troviamo una serie di tasti virtuali: al centro ovviamente il tasto per tornare alla home, mentre alla sua sinistra troviamo il tasto chiamata che apre un menu simile al dialer normale sullo smartphone

Immancabile una scorciatoia per Google Maps, con una tasto in basso a sinistra che apre una versione dell'app del tutto simile a quella dello smartphone. Una volta iniziata la navigazione nella home compare una scheda in alto con i dati del viaggio. 

A destra del tasto home c'è il tasto per le app di musica che di default apre Google Play Music, ma tenendolo premuto apre una lista di tutte le altre app musicali. 

Inoltre, ascoltando un brano comparirà nella home una nuova scheda con la musica. 

CarPlay 

Come per Android Auto, basta collegare lo smartphone alla macchina e il sistema è pronto: una schermata si apre e propone una home con le icone delle app simile a quella dell'iPhone. Sulla sinistra troviamo un'utile barra del segnale, mentre per tutto il resto preparatevi per un'esperienza molto diversa da quella a cui siete abituati su iPhone ed iPad: si basa infatti tutto si Siri.  

Quando si apre ad esempio l'app telefono compare solo una schermata nera per dettare attraverso l'assistente vocale Apple, anche se un tasto in alto a destra permette comunque di sfogliare la lista dei contatti. 

Come su Android Auto, c'è un'app per la musica la stessa che trovate su iPhone, ma con un'interfaccia ancora "acerba", ben lontana dalla rivisitazione che Google ha fatto dell'app di Play Music per Android Auto

Troviamo ovviamente anche l'app Maps che presenta alcune strane caratteristiche: ad esempio lo zoom in e out si fa con dei tasti virtuali su schermo e non con pinch to zoom. 

L'intera messaggistica è gestita da Siri, ma stranamente potete solo dettare messaggi, senza avere la possibilità di leggerli. 

Infine un'app a parte, NowPlaying, mostra il brano in ascolto. 

Appuntamento al 2015 

Per il momento Google sembra aver imboccato una strada più completa e più tradizionale, con sostanzialmente una versione custom dell'esperienza Android per l'auto, senza cambiare molto un'interfaccia già conosciuta da milioni di persone e sfruttando molto le potenzialità di Google Now. Dal canto suo Apple con CarPlay, già presenta sul mercato, promette un'esperienza più innovativa, ma al momento limitata e con un'interfaccia meno curata. 

Voi quale preferireste avere a bordo? 

Android Auto vs. CarPlay di Apple: Video confronto

L'opinione dei lettori