• pubblicato il 13-05-2016

Asus Zenfone Zoom: lo smartphone per fotografare un bel viaggio

di Stefano Valente

Un buon compagno di viaggio?

Ci sono smartphone di ogni tipo, studiati in base alle esigenze degli utenti. C'è chi preferisce l'hardware di tutto rispetto, chi una batteria "instancabile" e chi magari in vista di un viaggio, vuole uno smartphone in grado di scattare delle foto memorabili. Per questi automobilisti, una buona scelta potrebbe essere l'Asus Zenfone Zoom, uno smartphone con un prezzo accessibile, ma con alcune caratteristiche di tutto rispetto.  

Non i soliti megapixel

Partiamo quindi con il piatto forte: la fotocamera principale. Lo Zoom è infatti lo smartphone più sottile del mondo con zoom ottico 3x ed è dotato di innovative lenti a 10 elementi HOYA capaci di fornire dettagli nitidi, fino a 12x di ingrandimento totale. È dotato inoltre di un'affidabile stabilizzazione ottica dell'immagine (OIS), oltre al flash dual-red e di un auto-focus laser da 0,03 secondi. Questo comparto hardware fotografico di tutto rispetto è supportato poi sul fronte software da un'app in grado di soddisfare anche i più esigenti fotografi (pur sempre nei limiti di quel che può fare uno smartphone).

Per un'esperienza più simile possibile a quella di una vera macchina fotografica, l'Asus Zenfone Zoom ha un tasto dedicato allo scatto (che è possibile premere leggermente per mettere a fuoco e poi fondo per scattare), uno per la registrazione dei video e soprattutto è possibile utilizzare i regolatori del volume per lo zoom in e out.  

Un hardware di tutto rispetto

L'Asus Zenfone Zoom dispone inoltre di un comparto hardware interessante anche sotto molti altri punti di vista. Lo schermo ha una diagonale di 5.5" ed una risoluzione di 1080 pixel per 1920 (con una densità quindi di 403 ppi). Il processore, come su altri dispositivi Asus, è Intel e in questo caso è un Z3590 a 2.5GHz, supportato da una buona GPU e da ben 4 GB di RAM dual-channel. Non manca infine la connessione LTE, come è normale sui dispositivi che arrivano sul mercato ora.  

Qualche piccolo difetto

A fronte di tutti questi pregi, abbiamo però anche riscontrato qualche difetto. Il design del dispositivo è molto elegante, ma il il peso non è ben distribuito (principalmente a causa proprio della fotocamera) e all'inizio è difficile abituarsi a come sta in mano e non farlo cadere. Il secondo problema riscontrato sta nella batteria: pur essendo da ben 3000 mAh non ci ha quasi mai permesso di arrivare alla fine della giornata senza doverlo ricaricare. Per fortuna anche lo Zenfone Zoom come lo Zenfone 2 è dotato di un sistema di ricarica rapida che in 30 minuti riempie ben il 60% della batteria, assicurando diverse ore di utilizzo. 

Asus Zenfone Zoom: lo smartphone per fotografare un bel viaggio

L'opinione dei lettori