• pubblicato il 26-03-2015

Car2Go ed Enjoy a Torino: la sfida al car sharing è aperta

di Stefano Valente

I due servizi arrivano contemporaneamente nel capoluogo piemontese

Nel panorama della mobilità alternativa (in rapido cambiamento grazie al car sharing e a Uber) arrivano contemporaneamente a Torino Car2Go e Enjoy, due servizi di condivisione dei veicoli affiliati il primo a Mercedes e il secondo ad Eni (in collaborazione con Fiat e Tranitalia).

Il capoluogo piemontese è quindi la quarta città che può usufruire di questi servizi dopo Milano, Roma e Firenze.

Car2Go

Le Smart di Car2Go saranno disponibili dall'8 aprile e il servizio potrà contare su una flotta di ben 450 vetture in un'area di 65 km quadrati. I costi non cambiano rispetto alle altre città e prevedono 29 centesimi al minuto fino ai primi 50 km di percorrenza. Nei costi sono comunque compresi il parcheggio in tutte le zone con strisce blu (anche riservate ai residenti) e l'ingresso nella ZTL.

Il sindaco Piero Fassino sostiene che "Il car sharing rafforzerà il sistema complessivo di mobilità contribuendo al raggiungimento di uno degli obiettivi sul quale si sta lavorando fin da inizio mandato: l’intermodalità del trasporto pubblico ed una maggiore offerta di alternative al mezzo privato".

Enjoy

In una guerra a suon di numeri Enjoy risponde con una flotta di 400 Fiat 500 e con una promozione che fino al 30 aprile regala 15€ da spendere usufruendo del servizio.

Come nelle altre città, il cliente potrà visualizzare l’auto più vicina e prenotarla con l’app per smartphone (Android, iOS e Windows Phone) o tramite il sito internet oppure sceglierne una libera lungo la strada, ingaggiarla e iniziare subito il noleggio.

In fase iniziale, la copertura sarà pari a circa 45 kmq (più piccola di Car2Go, quindi). Infine tutte le Fiat 500 della flotta attiva a Torino saranno omologate euro 6 ed equipaggiate per trasportare in tutta comodità fino a quattro persone.

Enjoy ha inoltre delle tariffe leggermente più competitive rispetto a Car2Go: 25 centesimi al minuto in movimento (per i primi 50 km, dopo i quali si applica anche il costo al km di 25 centesimi) e 10 centesimi al minuto quando si decide di lasciare l’auto noleggiata in modalità sosta. La tariffa è "all inclusive" perché comprende anche le spese di assicurazione, manutenzione, carburante e parcheggio.

Ad oggi Milano, Roma e Firenze hanno totalizzato complessivamente più di 250 mila iscritti e ben oltre 2 milioni e mezzo di noleggi.

Car2Go ed Enjoy a Torino: la sfida al car sharing è aperta

L'opinione dei lettori