• pubblicato il 23-09-2014

Una app per domarli tutti: Carsh aggrega tutti i servizi di Car Sharing

di Stefano Valente

L'esperimento inizia il 22 settembre

Se c'è un fenomeno che ci auguriamo prenda il più possibile piede qui in Italia, quello è sicuramente il car sharing

Oltre ad essere comodo per questioni di parcheggio infatti, è una soluzione ecologica, che sgombra le città da tutte le numerose auto che vediamo ogni giorno in giro. 

Ogni città ha i suoi servizi e in molte ne troviamo anche più di uno e in Europa gli iscritti ad un servizio di car sharing sono oltre cinquecentomila, con una flotta di 13.000 auto.

Allargando il campo sul fenomeno, si stima che a livello globale nel 2020 ci saranno 12 milioni di utenti, per un volume d'affari di circa 6,2 miliardi di euro. 

Districarsi nel trafficato mondo del car sharing 

Solo a Milano troviamo Car2Go con le sue Smart, Enjoy di Eni, GuidaMi di Atm, Drivenow di BMW, E-vai e EqSharing.

Una così grande offerta ha un riscontro diretto nei numeri del car-sharing che in Italia continuano a crescere e stanno diventando da capogiro, sono stati infatti superati i duecentomila utenti. 

Il fenomeno del car sharing è quindi così diffuso ormai anche da noi che è stato possibile creare un'applicazione come Carsh

L'app ecologica

Carsh infatti aggrega su un'unica mappa tutti i servizi di car sharing presenti sul territorio. L'app è disponibile su iOS dal 22 settembre e a breve arriverà anche su Android (nessuna notizia per una versione Windows Phone, al momento). 

La data non è certamente casuale, ma anzi coincide con la fine della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2014, dove l'argomento del car-sharing ha ovviamente tenuto banco, dove sono intervenute anche le autorità. 

“Sensibilizzare i cittadini – afferma il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti - sull’importanza della mobilità sostenibile è fondamentale per rendere le nostre città più pulite e vivibili e sviluppare una nuova mobilità urbana rispettosa dell’ambiente che contribuisce a ridurre le emissioni di Co2. Con l’adesione alla Settimana europea della mobilità sostenibile, il Ministero vuole essere in prima linea nel sostenere tutte le iniziative volte a promuovere trasporti urbani alternativi e a contribuire a una migliore qualità dell’aria”.

E se infine volete essere davvero ecologisti, Carsh permette di visualizzare sul vostro smartphone anche i servizi di bike-sharing: ora non avete davvero più scuse per prendere l'auto la mattina! 

Una app per domarli tutti: Carsh aggrega tutti i servizi di Car Sharing

L'opinione dei lettori