• pubblicato il 24-10-2014

L'app che ti salva la vita: ragazza ritrovata grazia a Find my phone di iPhone

di Stefano Valente

Certe volte un'applicazione può fare la differenza

Quante volte vi siete soffermati a pensare come sarebbe la nostra vita senza tutte le comodità tecnologiche a cui ci siamo ormai abituati?

Molti di voi sicuramente avranno riflettuto spesso su questo argomento, soprattutto magari pensando a quanto tempo (troppo, sicuramente) passiamo con lo smartphone in mano.  

Senza considerare quante app "inutili" abbiamo installato... Ma spesso la tecnologia può sorprenderci, rivelandosi più utile di quanto immaginassimo.

Ad esempio, un'app può salvarci la vita: chi lo avrebbe mai detto?

Questo è quanto accaduto a Melissa Vasquez, una 28enne di San Josè (California, USA) che dopo un incidente d'auto è rimasta intrappolata per diciotto ore in auto, prima di riuscire ad essere soccorsa. 

Durante una gita fuori porta la macchina è infatti finita fuori strada e si è ribaltata, lasciando la donna in trappola per diciotto lunghissime ore durante le quali non ha potuto chiamare nessuno (anche il GPS dell'auto non funzionava più). 

Le ricerche sono subito partite e grazie all'app che su iPhone permette di ritrovare il dispositivo in caso di furto, gli investigatori sono stati in grado di rintracciare la collocazione esatta del veicolo. 

Un poliziotto ha avuto infatti l'idea decisa per la salvezza di Melissa: attraverso l'iPad che la ragazza possiede e che si trovava a casa, l'agente è riuscito a risalire al codice di sicurezza dell'iPhone e lo ha geolocalizzato, mandando così subito i soccorsi. 

Come si può vedere nelle (sgranate) immagini i soccorsi sono stati numerosi, mentre per una più dettagliata ricostruzione degli eventi vi lasciamo al video in calce dove una rappresentazione in 3D degna del peggior The Sims ci spiega l'accaduto. 

 
O
L'app che ti salva la vita: ragazza ritrovata grazia a Find my phone di iPhone

L'opinione dei lettori