• pubblicato il 10-07-2015

Google lancia il suo servizio di car-pooling basato su Waze

di Stefano Valente

Per il momento i test sono in tre città israeliane

Dietro ogni acquisto di aziende abnormi come Google c'è spesso un progetto a lungo termine ed ecco infatti che si intravedono le prime applicazioni pratiche di Waze al di fuori dell'ambito della navigazione in senso stretto. 

L'azienda israeliana acquistata da Google due anni fa sta infatti sviluppando col colosso di Mountain View un sistema di car-pooling (per intenderci,  simile a BlaBlaCar) che debutterà a breve in tre città di Israele: Tel Aviv, Raanana e Herzliya. 

Il progetto si chiama RideWith e dopo questa fase iniziale verrà lanciato in altri paesi de mondo. Come il sopracitato BlaBlaCar, RideWith metterà in contatto persone che hanno bisogno di percorrere lo stesso tragitto di strada, condividendo le spese. Per evitare probabilmente situazioni equivoche o problematiche come sta succedendo a Uber, ogni autista può trasportare passeggeri al massimo per due ore, evitando quindi che qualcuno possa iniziare a farlo di professione. 

I passeggeri restituiranno all'autista un compenso corrispondente al costo del carburante e alla distanza percorsa quindi, evitando le suddette questione in stile Uber. 

Non ci resta quindi che aspettare e vedere se RideWith arriverà anche da noi in Italia. 

Google lancia il suo servizio di car-pooling basato su Waze

L'opinione dei lettori