• pubblicato il 03-06-2014

Non solo Google Glass: la realtà aumentata in moto passa anche attraverso Guardian

di Stefano Valente

Un casco iper-tecnologico per scattare foto, fare da navigatore e... da scatola nera. Per avere più informazioni durante il viaggio, ma non solo

Certe tecnologie dalla fantascienza arrivano nella vita quotidiana, come la realtà aumentata di cui ormai si parla sempre di più. 

E se il progetto di visione in realtà aumentata più famoso al momento è il Google Glass, questo non vuol dire che sia l'unico.

Come dimostra il progetto di questo casco futuristico, creato da Fusar Technologies

Guardian è infatti un casco appositamente studiato per migliorare l'esperienza di guida in moto, rendendola più sicura e completa grazie a delle informazioni proiettate sullo schermo. 

Guardian: c'è un po' di Google Glass...

In realtà c'è un aspetto che il Guardian condivide con Google Glass, ed è una versione custom di Android che gestisce le due videocamere (una frontale e una posteriore). 

Attraverso quindi questi sensori video, Guardian è in grado di proiettare su schermo informazioni utili quali le condizioni delle strada, la velocità a cui si sta viaggiando e anche una visione del retro, come se avessimo uno specchietto retrovisore virtuale. 

Ma per essere veramente un oggetto futuristico Guardian ci deve ancora stupire. E lo fa - ovviamente - con altre feature veramente accattivanti, come la possibilità di selezionare non solo una destinazione d'arrivo e seguirla su schermo come un normale navigatore, ma anche di tracciare un determinato segnale GPS di uno smartphone di un nostro amico. 

Foto e video come uno smartphone

La videocamera frontale infine può anche scattare foto e registrare i vostri viaggi, aprendo così le porte a possibili usi del casco come scatola nera

Tutta questa tecnologia è gestibile dall'utente con dei comodi comandi vocali, grazie ai quali può ad esempio impartire tutti gli ordini a Guardian ma anche regolare diverse aspetti, come la dimensione dello specchietto retrovisore virtuale. 

Se questo progetto ha stuzzicato la vostra fantasia godetevi il video in calce che mostra il Guardian in azione.

Per vederlo invece in commercio ci sarà da aspettare ancora un po': da luglio sarà aperta una campagna di raccolta fondi su Kickstarter, dove sicuramente riscuoterà successo.

Voi quanto spendereste per averlo?

 
Non solo Google Glass: la realtà aumentata in moto passa anche attraverso Guardian

L'opinione dei lettori