P_20160426_145501
  • pubblicato il 30-04-2016

Hannover Messe: Microsoft presenta il suo veicolo autonomo, in collaborazione con IAV

di Stefano Valente

Progettata per il futuro

Presso l'Hannover Messe, Microsoft ha proposto moltissime tecnologie utilizzabili dall'Industry 4.0, tra cui anche la sua interpretazione dei veicoli autonomi. In realtà si tratta di un progetto di un'altra azienda, la IAV, che in collaborazione con il colosso di Redmond ha sviluppato questa tecnologia.  

Windows 10 anche in auto

Essendoci di mezzo Microsoft ovviamente il veicolo sfrutta Windows 10, una particolare versione della modalità Continuum e soprattutto Cortana, l'assistente virtuale presente su Windows Phone e PC.  

Per essere sempre produttivi

Il veicolo mostrato in fiera era una Golf, ma ovviamente non era possibile provarla, quindi vi riportiamo un video di prova realizzato dalla CNN nel quale potete vedere come una volta avviata l'auto sia possibile attivare la guida autonoma. Da quel momento l'auto è in grado di evitare persone e fermarsi da sola al semaforo, lasciano libero l'autista che può quindi così concentrarsi su altro e "continuare ad essere produttivo".  

Una nuova versione di Continuum

Su schermo compare una particolare modalità di Continuum che permette di visualizzare Windows con un'interfaccia studiata per l'auto, mentre Cortana è pronta ad aiutarci per qualsiasi cosa, come ad esempio mandare una mail.  

Un progetto limitato? 

Si tratta indubbiamente di un progetto affascinante, ma con diverse ombre all'orizzonte. A differenza di quanto visto, ad esempio, con i sistemi Nvidia che scansionano costantemente l'ambiente, l'auto di Microsoft e IAV interagisce solo con elementi che emettono un segnale, come un pedone con uno smartphone o con semafori dotati di hotspot wifi. Di fronte ad un semaforo "normale" o ad un pedone senza device smart addosso (ma anche quindi di fronte ad ostacoli e animali), l'auto di Microsoft pare non essere in grado di essere del tutto... autonoma.  

Una prospettiva a lungo termine

Sicuramente in un futuro prossimo tutto sarà sempre più connesso, ma è evidente comunque che su un'auto del genere è richeista più attenzione da parte dell'autista rispetto a quando proposto dai veicoli dotati dei sopracitati sistemi di Nvidia, solo per fare un esempio.  

Hannover Messe: Microsoft presenta il suo veicolo autonomo, in collaborazione con IAV

L'opinione dei lettori