• pubblicato il 20-04-2015

HTC è pronta a gettarsi nel mondo automotive

di Stefano Valente

Cello contro Android Auto?

Il settore dell'infotainment automobilistico non conosce sosta e anzi è in rapida espansione con sempre più attori in scena. Il prossimo a fare il suo debutto dovrebbe essere la taiwanese HTC, noto costruttore di smartphone

Galeotto fu quel test e chi lo pubblicò 

La news è trapelata attraverso un post sul celebre forum Reddit, dove gli "smanettoni" riportano le ultime indiscrezioni dal mondo della tecnologia. Questa volta siamo venuti a conoscenza di questo progetto di HTC grazie a dei documenti che attestano le prove che si stanno svolgendo con questo sistema di infotainment.

Più di un'interfaccia

A differenza di Android Auto di Google e CarPlay di Apple, Cello (questo il nome del progetto HTC) non è solo un'interfaccia per smartphone, ma un vero e proprio elemento hardware installato nell'auto e integrato in essa. 

La tecnologia di cello 

L'integrazione col veicolo sarebbe confermata dalla presenza dei protocolli di comunicazione CAN e RS485, mentre la comunicazione con gli smartphone Android avverrà attraverso bluetooth e MHL.

Al momento Cello equipaggia, stando al documento: visione notturna, sonar, mini HMI (Human Machine Interface), un sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici, lettore DVD, monitoraggio della traiettoria e delle linee su suolo e l'immancabile navigatore satellitare. 

Compatibilità con dispositivi Android? 

Il software utilizzato come sistema operativo è Android 4.4.4 Kitkat con una versione modificata dell'interfaccia Sense di HTC, ribattezzata per l'occasione Sense Automotive. 

Cello, conosciuto precedentemente come Autobot, è in fase di testing dalla fine del 2014, mentre questo ultimo report risale al 13/03/2015. 

Non ci resta quindi che attendere un annuncio ufficiale da parte di HTC di questo nuovo progetto.

HTC è pronta a gettarsi nel mondo automotive

L'opinione dei lettori