• pubblicato il 13-10-2011

Chevrolet Malibu: 47 anni di storia in una gallery. E a breve, lo sbarco in Europa...

Dal prossimo anno sbarca in Europa la berlina più longeva della Casa del cravattino...

Dopo ben 47 anni di servizio negli Usa, la Chevrolet Malibu è ancora in forze per la conquista dell’Europa. Dal prossimo anno la berlina più longeva della Casa nordamericana diventerà una vettura globale e sarà lanciata anche nel vecchio continente.

L’Ottava serie sarà globale

Si tratta dell’ottava serie della gamma ed era stata presentata all’ultimo Salone di Francoforte. Pianale e sospensioni sono ereditati dalla Opel Insigna, ma la Malibù di ultima generazione mantiene alcuni tratti distintivi, tipici delle native d’oltreoceano. Il posteriore, ad esempio, con le doppie luci a LED ricorda il retrotreno della muscle car della famiglia, la Chevrolet Camaro. Il frontale invece è caratterizzato dalla tipica doppia griglia che stringe, nel mezzo, il cravattino Chevrolet (logo). Le linee della fiancata sono, infine, fluide e più pulite rispetto alla cugina tedesca Insigna. I cerchi vanno dai 17 ai 18 pollici.

Per quanto riguarda le motorizzazioni, la gamma motori prevede propulsori 4 cilindri a benzina e a gasolio da 2.0 e 2.4 litri della potenza tra i 163 e i 1170 CV circa con cambi sia manuali che automatici. Per il mercato europeo è prevista inoltre una dotazione di sicurezza che comprende: 8 airbag, controllo elettronico della stabilità ESC, sistema di antibloccaggio dei freni ABS e, a partire dall’allestimento medio, park assist con telecamera posteriore per l’ausilio alla retromarcia.

-

Sfoglia la gallery:

-

La storia della Malibu

Nella gallery abbiamo ripercorso la storia della famigerata berlina americana che ha il suo inizio ben 47 anni fa.

Nel 1964 fa il suo debutto come top della nuova gamma delle berline medie Chevrolet. E’ subito un grande successo e, solo nel primo anno, vende 200.000 unità.

Quattro anni più tardi, nel 1968 subisce il primo grande restyling che ne ammorbidisce le forme e la rende più “rotondetta”. Sempre sulla cresta dell’onda supera le 260.000 unità vendute.

Passati altri cinque anni, nel 1973, dopo l’inasprimento dei criteri di sicurezza, viene presentata la Malibu hardtop basata sul nuovo telaio “Colonnade”.

Siamo nel 1978 e la Malibù fa la dieta dimagrante, presentata una versione più piccola con componenti più leggere ma meglio equipaggiata.

Il 1983 segna l’ultimo anno in cui la Malibu è spinta dalla trazione posteriore e, nel 1997, nasce la prima berlina Chevrolet a trazione anteriore dai costi ridotti, con alti livelli di sicurezza e qualità.

Nel 2004 si cambia piattaforma e la Malibu si conferma una grande ammiraglia dall’ottimo rapporto qualità/prezzo e tra le più affidabili del segmento.

Quasi 4 anni fa, nel 2008, Chevrolet lancia la settima versione che recupera le vecchie dimensioni, più lunga ed equipaggiata con il nuovo gruppo motore trasmissione a 4 cilindri, cambio automatico a sei rapporti e dai consumi ridotti. Quest’ultima versione della Malibu dall’anno della sua nascita ad oggi ha venduto oltre 700.000 unità.

In totale, dalla sua nascita ad oggi, Chevrolet ha prodotto 8,5 milioni di Malibu.

-

Sfoglia la gallery:

Chevrolet Malibu: 47 anni di storia in una gallery. E a breve, lo sbarco in Europa...

L'opinione dei lettori