Donkervoort D8 GTO - Profilo frontale
  • pubblicato il 19-12-2011

Donkervoort D8 GTO: una roadster classica, potente e ultraleggera

Arriva il nuovo modello della gamma olandese, quasi completamente rivista e ultra tecnologica. Gioiello olandese

La piccola Casa automobilistica olandese Donkervoort presenta una nuova generazione di auto sportive.

Debutta la classica ultra moderna

Sono circa due anni e mezzo che gli appassionati del genere, ma più che altro del marchio visto che ha una sola auto in produzione (la D8 nelle due versioni GT e 270 RS), aspettavano la nuova generazione della roadster: la Donkervoort D8 GTO. Il debutto è andato molto bene ed è stata decisamente apprezzata visto che in occasione della presentazione ufficiale sono stati venduti, in poche ore, la metà dei 25 esemplari prodotti.

Potente e “light”

Ispirata alla Lotus Seven nata nel lontano 1957, la D8 GTO combina un design estetico molto bello e dall’aspetto retrò coniugato però con le più recenti tecnologie automobilistiche. Con la sua potenza compresa tra i 340 e i 400 CV, combinata ad un peso ultraleggero di appena 700 chili, la Donkervoort D8 GTO è una della auto sportive più potenti sul mercato europeo.

Più grande delle sorelle

Rispetto ai modelli precedenti della gamma, la GTO ha guadagnato in dimensioni: più lunga di circa 35 cm e più larga di 15, ospita il motore Audi da 2,5 litri TFSI. Questo però è stato alleggerito di circa 30 kg rispetto alla versione della Casa dei Quattro Anelli, sostituendo alcune parti come ad esempio il nuovo collettore. La potenza, inoltre, è variabile: attraverso un interruttore speciale posto sulla plancia dei comandi, si passa dai 340 CV di base fino a 400 CV.

Tecnica aeronautica

Il telaio tubolare in acciaio con pannelli in carbonio è una perfetta combinazione di rigidità, leggerezza ma anche resistenza. Una soluzione inedita è, ad esempio, rappresentata dallo sportello realizzato come unico pezzo in carbonio, con cerniere integrate in grado di sopportare una forza di oltre 1100 chili e che può resistere a un colpo laterale di circa 1500 chili. Ma il dato più incredibile riguarda il peso di questo pezzo: 980 grammi! La tecnica impiegata, come anche per i dispositivi di bloccaggio del cofano, è derivata direttamente dal settore aeronautico, mai fino ad ora applicata su una vettura di serie. Per finire sul tema telaio, l'assale anteriore è stato dotato di una barra antirollio totalmente nuova e la costruzione assale posteriore ha un design completamente rivisto.

La produzione della nuova GTO inizierà all’inizio del 2012, mentre le prime consegne sono previste per l’estate dello stesso anno. Il prezzo è compreso tra le 100.000 e 150.000 sterline (120.000 – 180.000 euro circa) tasse escluse.

Donkervoort D8 GTO: una roadster classica, potente e ultraleggera

L'opinione dei lettori