Ford Evos Concept - Il muso
  • pubblicato il 31-08-2011

Ford Evos Concept: un cambio di rotta non solo stilistico

Un cambio di rotta non solo stilistico

A guardarlo, a prima vista, tutto sembra tranne che un prodotto Ford e forse proprio perché Evos Concept, che sarà presentato al Salone di Francoforte 2011, rappresenta un grande cambio di rotta stilistico della Casa dell’ovale blu. Un passo in avanti, dunque, che si lascia alle spalle l’era del “Kinetic Design” inaugurato con la Iosis.

Più forma, meno linee

Il motto che definisce la nuova filosofia è “Più forma, meno linee”, decisamente ben rappresentato da questa nuova show car. Tanto per cominciare, le proporzioni della Evos sono quelle di una vettura robusta, prestante e dall'assetto schiacciato a terra: è lunga 4,5 metri, larga 1,97 e alta 1,36 metri.  Il design esprime al meglio le caratteristiche di una compatta sportiva con un frontale dalle forme aggressive ben definito da una calandra esagonale e incattivito dai fari sottili e affusolati che si allungano verso le fiancate. Il profilo della Evos è scolpito da muscolose nervature che collegano i passaruota dando una sensazione di continuità tra anteriore e posteriore. Quest’ultimo è caratterizzato anche esso da gruppi ottici sottilissimi, da un imponente scarico trapezioidale in posizione centrale e da due generosissime prese d’aria laterali. Le portiere, come spesso avviene quando si parla di un concept, si aprono ad ali di gabbiano, ad effetto insomma.

Il futuro è ibrido

Sotto questo affascinante e anche un po’ misterioso vestito, il cuore pulsante della Ford Evos è un ibrido, lo stesso plug-in della C-Max Energy, performante e dai parchi consumi. Il sistema è composto da un motore elettrico alimentato da batterie agli ioni di litio e da un’altra unità a benzina da 2.0 litri di cilindrata, che ricaricare anche le batterie.

La nuova filosofia

"Il concetto alla base di Ford Evo unisce tre elementi chiave che sono al centro della nostra nuova strategia per i prodotti globali Ford: design eccezionale, tecnologie intelligenti e bassi consumi", ha dichiarato Derrick Kuzak, vice presidente del gruppo di Global Product  Development, aggiungendo poi: “Con il suo design irresistibile e la sua esperienza tecnologia innovativa, questa è una chiara dimostrazione della visione emozionante che abbiamo per il marchio Ford.“

Molto probabilmente non vedremo mai questa vettura circolare sulle nostre strade ma senz’altro, a partire dal 2012, i nuovi modelli Ford avranno nel loro DNA l’imprinting della Evos, staremo a vedere.

Ford Evos Concept: un cambio di rotta non solo stilistico

L'opinione dei lettori