Piattaforma MQB
  • pubblicato il 02-02-2012

La piattaforma MQB: tutti i dettagli della struttura delle nuove A3 e Golf

di Junio Gulinelli

Sarà la base delle prossime vetture con motore trasversale di Volkswagen, Audi, Skoda e Seat

Il Gruppo Volkswagen ha presentato la nuova piattaforma MBQ, sigla che sta per Modularer Querbaukasten, che tradotto in italiano significa matrice modulare trasversale.

Audi A3 e Volkswagen Golf

Il nome deriva dalla caratteristica principale di questo tipo di pianale su cui è possibile montare i motori in posizione trasversale. Servirà da base per i futuri modelli dei marchi Volkswagen, Audi, Skoda e Seat. Le prime a nascere attorno a questa struttura saranno la nuova Audi A3, che vedremo presto al Salone di Ginevra, e la settima generazione della Volkswagen Golf, in anteprima mondiale al Salone di Parigi.

Omologazione su ampia scala

La MBQ è una piattaforma di tipo standardizzato che fornirà la struttura ad auto di marche e segmenti diversi, che potranno dunque essere assemblate sulla stessa catena di montaggio nonostante le misure e i passi differenti. Per Volkswagen, ad esempio, servirà da base per i modelli Polo, Beetle, Golf, Scirocco, Jetta, Tiguan, Touran, Sharan e Passat CC.

Massa e peso contenuti

Oltre agli ovvi vantaggi in termini di tempi e costi di produzione, la piattaforma MBQ offrirà una massa ridotta e di conseguenza pesi più contenuti per le vetture che si baseranno su di essa.  Per la nuova generazione Golf si parla addirittura di una riduzione dei pesi che si aggira attorno ai 100 kg.

Compatibile con un ampia gamma di motori

La MBQ è stata pensata per condividere il più possibile componenti tra i vari brand, lasciando comunque un ampio margine di personalizzazione e compatibilità con una vastissima gamma di tipologie di propulsori. I motori che verranno montati su questo pianale, tutti con la stessa angolatura e posizione, potranno essere indistintamente benzina, diesel, bifuel, ibridi od elettrici con sistemi di trazione anteriore o integrale. Tra questi ci saranno senz’altro quelli appartenenti alla famiglia EA211, i nuovi benzina modulari con sistema di esclusione dei cilindri ACT come il nuovo 1,4 litri TFSI da 140 CV e i diesel EA288 da 90 a 190 CV.

Frenata Multicollision

Su questa piattaforma, infine, verranno introdotti 20 innovativi sistemi tra Infotainment e Sicurezza. Rispetto a qiest’ultimo campo, molto interessante è il nuovo sistema di frenata Multicollision che, con frenate automatiche, aiuterà a ridurre l’intensità di collisioni secondarie dopo il primo impatto. Sarà di serie sulle nuove Audi A3 e Volkswagen Golf.

La piattaforma MQB: tutti i dettagli della struttura delle nuove A3 e Golf

L'opinione dei lettori