McLaren MP4-12C GT3
  • pubblicato il 10-07-2011

McLaren MP4-12C GT3. Testata al Goodwood Festival of Speed 2011

Testata al Goodwood Festival of Speed 2011

Apparizione al Goodwood Festival of Speed

E' apparsa al Goodwood Festival of Speed 2011 la versione rivista, modificata e messa a punto della McLaren MP4-12C GT3 una supersportiva dalle alte prestazioni. Si tratta della versione racing della MP4-12C, ed è un progetto ancora in via di sviluppo, il cui debutto agonistico è previsto per il 2012, preparato con un intenso lavoro del team McLaren GT, nato dall'unione di McLaren Racing, McLaren Automotive e CSR Racing.

Tanta aerodinamica per prestazioni migliori

Per questa versione da competizione la cui produzione riguardera' 20 auto destinate a team privati della categoria GT3 del prossimo anno, sono stati aggiunti componenti aerodinamiche, un radiatore anteriore e un nuovo cambio sequenziale a 6 rapporti gestito da una frizione sinterizzata a comando idraulico, che ne aumentano le prestazioni. Il pacchetto di modifiche comprende anche un nuovo splitter anteriore, un alettone posteriore, un diffusore nel sottoscocca e lamelle nei parafanghi anteriori, tutti prodotti rigorosamente in fibra di carbonio. Come la vettura stradale, la 12C, la MP4-12C GT3 è costruita su un unico pezzo in fibra di carbonio, il 'MonoCell' appunto e sara' fornita con lo stesso design del volante utilizzato da Lewis Hamilton nella sua MP4-24 monoposto di Formula 1.

Motore

Il motore della McLaren MP4-12C GT3 sarà lo stesso della versione stradale, depotenziato pero' a 500 CV a 7.500 giri/min - rispetto ai 600 cavalli originali. Questa scelta e' stata fatta per favorire l'omogeneità di erogazione e il matching con le caratteristiche dell'autotelaio.
Una curiosità: Ai 20 team privati cui verranno destinati gli esemplari in produzione verra' data la possibilità di sviluppare la MP4-12C GT3 nel simulatore McLaren di Woking, lo stesso usato anche dalla squadra di Formula 1.

McLaren MP4-12C GT3. Testata al Goodwood Festival of Speed 2011

L'opinione dei lettori